In Germania pubblicati dati personali di centinaia di politici

In Germania pubblicati dati personali di centinaia di politici

04 Gennaio 2019 07.50
Like me!

Documenti interni e dettagli personali: il cyber attacco contro la politica tedesca tutta, tranne l'estrema destra, non ha lasciato spazio alla fantasia. I dati di centinaia di politici tedeschi sono stati hackerati e pubblicati su twitter in un mega attacco cyberattacco, che ha riguardato tutti i partiti, tranne l'ultradestra. Sono stati coinvolti infatti Cdu, Csu, Spd Verdi, Fdp e Linke, ma non l'Afd. Lo riportano i media locali, riprendendo una notizia pubblicata da Rbb. Sarebbero stati pubblicati numeri di cellulari, dati di carte d'identità, chats, lettere, conti e informazioni di carte di credito, secondo quanto si legge in una nota dell'emittente pubblica della zona di Berlino. La fuga di documenti è stata scoperta per la prima volta la sera di giovedì 3 gennaio, ha riferito l'emittente. Tuttavia, i documenti erano stati pubblicati online già a partire da dicembre 2018 su un account Twitter di Amburgo che li pubblicò in uno stile di calendario dell'Avvento. L'account twitter si descrive con diverse "etichette" dal ricercatore sulla sicurezza, artista e account di satira. La maggior parte delle informazioni trapelate erano i dettagli di contatto come indirizzi e numeri di cellulare. Tuttavia, in alcuni casi sono stati rilasciati anche documenti più personali, inclusi dati bancari e finanziari, carte d'identità e chat private. Nessuno dei documenti è stato segnalato come altamente sensibile. I documenti trapelati includevano domande di lavoro, memo di partito e liste di membri del partito. Alcuni documenti avevano più di un anno.

COINVOLTA ANCHE LA CANCELLIERA MERKEL E IL PRESIDENTE STEINMEIER

La matrice dell'attacco non è ancora stata chiarita. Resta anche ancora da verificare inoltre se i dati pubblicati siano effettivamente autentici. Secondo la Bild online, sono stati oggetto del cyberattacco anche la cancelliera Angela Merkel, il presidente della Repubblica federale Frank-Walter Steinmeier e alcuni giornalisti e moderatori. Ci sarebbero dunque anche un indirizzo mail, un numero di fax e diverse lettere della cancelliera e alla cancelliera tra i documenti pubblicati. I servizi tedeschi stanno valutando le informazioni con i colleghi di altri paesi. Fra i possibili sospettati, scrive ancora il tabloid, la Russia, luogo d'origine di numerosi attacchi hacker negli ultimi anni in Germania, ma anche gruppi dell'estrema destra tedesca. Bild rende infine noto il numero dei parlamentari coinvolti, per partito: nell'Unione sono stati hackerati 405 deputati del Bundestag, del parlamento Ue e dei parlamenti regionali; nell'Spd 294, nei Verdi 105, nella Linke almeno 82, e nell'Fdp 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *