La Germania rallenta la crescita ma evita la recessione

La Germania rallenta la crescita ma evita la recessione

15 Gennaio 2019 10.20
Like me!

Nel 2018 la crescita dell'economia della Germania si è fermata all'1,5%, il livello più basso degli ultimi cinque anni. Sono dunque confermati i segnali di rallentamento della "locomotiva" europea, complice la brusca frenata del settore auto soprattutto nella seconda metà dell'anno. Tuttavia Berlino, secondo le prime proiezioni statistiche ufficiali, avrebbe evitato la recessione tecnica, poiché nel quarto trimestre il Pil è leggermente aumentato, dopo il calo registrato nei tre mesi precedenti. I numeri diffusi dall'Istituto federale di statistica Destatis sono in linea con le attese degli analisti e segnano un rallentamento rispetto al +2,2% del 2016 e del 2017. «L'economia tedesca», si legge nel report dell'istituto, «è cresciuta per il nono anno consecutivo, sebbene la crescita stessa abbia perso impulso». La crescita del 2018, in ogni caso, «è superiore alla media degli ultimi 10 anni (+1,2%)». Sul fronte dei conti pubblici per i tedeschi arrivano invece buone notizie. L'anno si è chiuso con un surplus di bilancio dell’1,7%, un record dopo il +1% del 2017. L'avanzo ha toccato quota 59,2 miliardi di euro, rispetto ai 34 miliardi del 2017. Un dato decisamente migliore delle aspettative, al top dai tempi della Riunificazione tra Est e Ovest avvenuta nel 1990.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *