Ghizzoni in Unicredit

Redazione
30/09/2010

Federico Ghizzoni al posto di Alessandro Profumo. Da vice ad e capo delle banche estere ad amministratore delegato di piazza...

Ghizzoni in Unicredit

Federico Ghizzoni al posto di Alessandro Profumo. Da vice ad e capo delle banche estere ad amministratore delegato di piazza Cordusio. Nominato nel cd straoridnario di Varsavia, che si è occupato anche  del pacchetto in mano ai soci libici, decidendo se congelare o meno i voti sopra al 5%.
Dopo tanti rumors e un susseguirsi di possibili candidati, in pole position è arrivato Ghizzoni. L’accelerazione alla sua candidatura sarebbe stata impressa dalla saldatura di un asse tra il presidente, Dieter Rampl, e il vicepresidente della banca in quota Fondazione Crt, Fabrizio Palenzona.
Ghizzoni è stato capo della divisione europea orientale, che nel 2009 ha contribuito a una larga fetta degli utili della banca e questa sua vocazione più europea ha probabilmente giocato nello spostare l’ago della bilancia sulla sua persona.
Il suo nome dovrebbe, infatti, essere molto apprezzato dai soci tedeschi che «puntavano su un uomo di conoscenze internazionali».
Ghizzoni, 55 anni, è entrato in Unicredit nel 1980, occupando il ruolo di manager delle relazioni con i clienti nella sua città natale, Piacenza. Ha poi lavorato negli uffici di Unicredit a Londra, Singapore e in altre sedi estere. Nel 2007 è stato scelto da Profumo per supervisionare le attività di Unicredit nell’Europa centrale e nell’Est Europa.