Giappone, uomo armato prende ostaggi in un ufficio postale

Redazione
31/10/2023

L'episodio a Warabi, nell'area metropolitana di Tokyo. Le autorità riferiscono che il soggetto sembra avere una pistola con sé e avrebbe trattenuto almeno una persona all'interno dell'edificio, in cui potrebbero trovarsi una decina di impiegati. A inizio giornata un'altra sparatoria nello stesso quartiere con due feriti.

Giappone, uomo armato prende ostaggi in un ufficio postale

Un uomo che si presume armato ha preso in ostaggio un numero imprecisato di persone all’interno di un ufficio postale a Warabi, centro dell’area metropolitana di Tokyo, in Giappone.

La polizia ha chiesto di evacuare i 300 residenti della zona 

«Verso le 14.15 di martedì 31 ottobre 2023, una persona ha preso degli ostaggi e si è barricata in un ufficio postale nella zona Chuo 5-chome della città di Warabi. Sembra essere in possesso di una pistola», hanno scritto le autorità della città di Warabi sul loro sito web. «Chiunque si trovi vicino alla scena è invitato a seguire le istruzioni della polizia e ad evacuare secondo tali istruzioni», ha segnalato la polizia. L’uomo, che si presume armato, avrebbe preso in ostaggio almeno una persona. Secondo il quotidiano Yomiuri, all’interno dell’edificio potrebbero trovarsi una decina di impiegati dell’ufficio postale, e la polizia ha chiesto a 300 residenti della zona di evacuare le loro case.

A inizio giornata nella stessa zona c’era stata una sparatoria

Le riprese televisive hanno mostrato la presunta presa di ostaggi da parte di un uomo con indosso una giacca e berretto scuri, impugnando quella che sembrerebbe un’arma da fuoco. La presa di ostaggi è avvenuta mentre la polizia stava indagando su uno o più spari uditi da testimoni nella stessa zona all’inizio della giornata. Gli agenti segnalano che nell’incidente due persone sono rimaste ferite in maniera lieve, anche se non sono note le cause delle ferite. Non è inoltre chiaro se i due incidenti siano collegati. I crimini violenti sono rari in Giappone, dove il tasso di omicidi è basso e le leggi sulle armi sono tra le più severe al mondo. Tuttavia, diversi attentati hanno recentemente scosso l’arcipelago, tra cui l’omicidio nel luglio 2022 dell’ex primo ministro Shinzo Abe, ucciso con un’arma da fuoco artigianale durante un discorso di campagna elettorale. E lo scorso aprile, l’attuale primo ministro, Fumio Kishida, è uscito illeso da un attentato compiuto con un ordigno improvvisato, sempre durante una manifestazione elettorale.