Gigi Riva morto a 79 anni: addio all’ex calciatore e leggenda azzurra

Redazione
22/01/2024

Con 35 gol segnati in 42 presenze totali, "Rombo di tuono" (come lo soprannominò Gianni Brera) è ancora il miglior marcatore di tutti i tempi in Nazionale. Gli esordi nel Legnano, le 14 stagioni al Cagliari, la dirigenza proprio con l'Italia culminata con la vittoria del Mondiale 2006. Nel 2011 è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano tra i Veterani.

Gigi Riva morto a 79 anni: addio all’ex calciatore e leggenda azzurra

Gigi Riva è morto all’età di 79 anni. Il dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, giudicato tra i più forti attaccanti nella storia del calcio, era stato ricoverato per un malore improvviso domenica 21 gennaio 2024. A distanza di poche ore è sopraggiunto il decesso.

Dagli esordi nel Legnano alle 14 stagioni col Cagliari 

Il giornalista Gianni Brera lo soprannominò Rombo di tuono, e quel modo di chiamarlo è rimasto per sempre. Dopo gli inizi nelle file del Legnano ha legato la restante della sua carriera agonistica al Cagliari, squadra in cui ha militato dal 1963 al 1977, per un totale di 14 stagioni, con cui detiene il record assoluto di marcature con 208 reti. Nella stagione 1969-70 ha contribuito alla vittoria del primo e unico scudetto nella storia rossoblù e, rimasto legato alla squadra sarda anche dopo il ritiro, ne ha assunto brevemente la massima carica nella stagione 1986-87. Nel 2019 ne era stato nominato presidente onorario. Nel 1999 la rivista World Soccer lo aveva collocato al 72esimo posto nella classifica dei migliori calciatori del XX secolo, mentre nel 2011 era stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano tra i Veterani. Con la nazionale azzurra, di cui è tutt’oggi il miglior marcatore di tutti i tempi in virtù dei 35 gol segnati in 42 presenze totali, si è laureato campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970. Dal 1990 al 2013 è stato inoltre team manager della stessa. Esperienza culminata con la vittoria del Mondiale nel 2006.