Giulia Cecchettin riceverà la laurea alla memoria in Ingegneria il 2 febbraio

Il senato accademico dell'Università di Padova ha deciso di consegnare ugualmente il titolo alla giovane ragazza uccisa dall'ex fidanzato. La ministra Bernini: «Onorati e grati alla famiglia per averci permesso di darle il riconoscimento che le spetta di diritto».

Giulia Cecchettin riceverà la laurea alla memoria in Ingegneria il 2 febbraio

Giulia Cecchettin, la ragazza di 22 anni uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta, riceverà la laurea alla memoria in Ingegneria Biomedica all’Università di Padova. A deciderlo è stato il Senato Accademico dell’isitituto che, con una delibera, ha disposto che la giovane scomparsa possa comunque ottenere il titolo che completa il percorsi di studi. Si ricorda, a tal proposito, che Giulia è stata uccisa pochi giorni prima di poter discutere la tesi. La cerimonia di consegna della laurea alla memoria è stata fissata al prossimo 2 febbraio.

La ministra Bernini: «Giulia se lo merita»

Il ministro dell’Università, Annamaria Bernini, ha così commentato su X la notizia: «Siamo tutti coinvolti nel contrasto alla violenza contro le donne. Il Senato Accademico di Padova ha approvato la delibera che le conferisce il titolo alla memoria. Questo non riempie l’enorme vuoto che la sua tragedia ha lasciato nella famiglia, nella comunità e in tutti noi. La laurea sarà sua, l’ha guadagnata, le mancava solo la discussione e siamo profondamente onorati e grati alla famiglia per averci permesso di darle il riconoscimento che le spetta di diritto. Educhiamo i nostri ragazzi al rispetto. Educhiamoli ai sentimenti. Per il contrasto alla violenza contro le donne siamo tutti coinvolti. Non c’è altra strada». E ancora: «Grazie al papà, alla sorella e al fratello di Giulia per l’impegno e le parole che in queste settimane stanno spendendo per la comunità. Giulia sarà dottore in ingegneria, lo merita».