Centemero indagato: il M5s chiede spiegazioni a Salvini

11 Dicembre 2018 14.08
Like me!

I capigruppo del Movimento 5 Stelle chiedono spiegazioni sul nuovo filone di inchiesta sui fondi della Lega che vede indagato il tesoriere del partito del ministro dell'Interno Matteo Salvini, Giulio Centemero. «Siamo certi che la Lega fornirà ulteriori chiarimenti sul caso Centemero», hanno scritto Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli. «E ci auguriamo che Salvini non minimizzi la vicenda. Una cosa è doverosa dirla: da sempre ci battiamo contro i finanziamenti illeciti ai partiti, perché in un Paese civile non devono esserci interessi esterni a influenzare l'attività delle forze politiche presenti in Parlamento». «Prima di dichiarare pubblicamente bisogna parlare con i nostri contraenti del contratto di governo, ma sicuramente Salvini non minimizzerà», ha commentato Luigi Di Maio.

LEGGI ANCHE: Cosa sappiamo delle nuove indagini sui fondi della Lega

I parlamentari a 5 Stelle hanno ricordato: «Per quanto riguarda le fondazioni legate ai partiti vogliamo quella trasparenza che per troppo tempo è mancata in Italia. Per questo motivo nello 'spazzacorrotti', che approveremo nelle prossime settimane, prevediamo norme che garantiranno assoluta trasparenza sui finanziamenti di cui beneficeranno partiti, movimenti e fondazioni collegate». Nel caso della Lega più che di una fondazione si tratta di un'associazione, Più voci, che ha ricevuto i finanziamenti dal costruttore romano Parnasi e non solo da lui e che è domiciliata allo stesso indirizzo degli studi dei commercialisti perquisiti il 10 dicembre e delle sette aziende controllate da una holding lussemburghese collegata alla truffa dei rimborsi elettorali per cui il partito è già stato condannato. L'11 dicembre il leader della Lega aveva dichiarato a proposito che non c'era «nulla da cercare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *