Gli Usa ai giovani italiani: «Agite come il M5s»

Gli Usa ai giovani italiani: «Agite come il M5s»

13 Marzo 2013 13.30
Like me!

Gli Stati Uniti strizzano l’occhio al Movimento 5 stelle. L’endorsement a Beppe Grillo è arrivato direttamente dall’ambasciatore americano a Roma, David Thorne.
«PRENDETE IN MANO IL PAESE». Parlando agli studenti del Liceo Visconti di Roma, Thorne li ha esortati a «prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 stelle, per le riforme e il cambiamento. Voi giovani siete il futuro dell’Italia», ha spiegato, «un Paese importantissimo nel mondo. So che ci sono problemi e sfide in questo momento, problemi con la meritocrazia, ma spero che molti di voi daranno un contributo positivo per il vostro Paese».
Le preoccupate reazioni alla notizia da parte di Pd e Pdl hanno spinto l’Ambasciata Usa a diramare un comunicato nel quale ha precisato di «non appoggiare nessun soggetto politico». «Dialoga con tutti e sostiene l’uso dei social media come strumento di cambiamento», ha precisato su Twitter l’ufficio diplomatico americano.
IL PD: «GRAVISSIMA INGERENZA». Dopo le parole di ThornePartito democratico aveva attaccato: «Se confermate le dichiarazioni dell’ambasciatore americano Thorne di sostanziale appoggio al Movimento 5 stelle configurerebbero una gravissima ingerenza nelle vicende italiane», ha detto il neoparlamentare Michele Anzaldi. «Non è davvero accettabile una simile entrata a gamba tesa, in un momento tanto delicato della nostra vita politica e istituzionale».
IL PDL: «GLI USA CHIARISCANO». Una richiesta di spiegazioni è arrivata anche dal Pdl. «Ora ci si mette anche l’ambasciatore degli Stati Uniti a trinciare giudizi sulle vicende politiche interne di un Paese da sempre amico e alleato», ha detto il senatore Carlo Giovanardi. «Siamo in attesa che il governo americano chiarisca che cosa ha voluto dire il suo ambasciatore».
Grillo, dal canto suo, ha ripreso sul suo blog l’intervento di Thorne in un post dal titolo «L’ambasciatore Usa e il M5s».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *