Google conferma il licenziamento di centinaia di lavoratori nel settore pubblicità

Enrico Filotico
17/01/2024

Il colosso di Mountain View non ha citato l'Intelligenza artificiale tra i motivi dei tagli. Anche se la nuova tecnologia, su cui la società ha investito pesantemente, sta rivoluzionando il settore e non solo.

Google conferma il licenziamento di centinaia di lavoratori nel settore pubblicità

Continuano i licenziamenti in Google. Il colosso di Mountain View ha confermato che centinaia di lavoratori del settore pubblicità perderanno il posto. Non sono ancora state chiarite le motivazioni dei tagli. «I dipendenti coinvolti dalla procedure potranno candidarsi per posizioni vacanti all’interno del team o altrove in Google», ha dichiarato un portavoce della società. Google ha però annunciato la creazione di nuovi ruoli e un aumento delle assunzioni. Anche se l’intelligenza artificiale non è stata citata dalla società come motivo dei licenziamenti, è innegabile che la nuova tecnologia stia rivoluzionando il settore (e non solo). A inizio gennaio, Google Cloud aveva annunciato l’uso di programmi di Ia «per aiutare i rivenditori a personalizzare gli acquisti online, modernizzare le operazioni e trasformare l’implementazione di nuove tecnologie nei negozi». Nel gennaio 2023 Google aveva licenziato circa 12 mila lavoratori (pari al 6 per cento del totale) a causa dell’inflazione e dell’aumento dei tassi di interessi. Da allora il colosso del Web ha investito sull’Ia generativa.