Google, tweet via telefono per gli egiziani

Giuliano Di Caro
01/02/2011

Tre numeri internazionali per twittare senza connessione web.

Google, tweet via telefono per gli egiziani

Registrare un messaggio vocale che viene trasformato in tweet. Insomma, un sistema di microblogging in grado di funzionare anche senza una connessione internet, pensato appositamente per i manifestanti egiziani: Google ha annunciato il 1 febbraio sul suo blog ufficiale di aver messo a punto, insieme al social network di micro blogging Twitter, un sistema che consente di inviare tweets bypassando internet, che nel Paese è interrotto da quando sono scoppiate le proteste contro il presidente Hosni Mubarak. Sono stati messi a disposizione tre numeri telefonici internazionali, uno dei quali è italiano, di Roma, per lasciare messaggi vocali usando la parola chiave “egypt”, che vengono immediatamente trasformati in un tweet.
SPEAK2TWEET. Come hanno spiegato sul blog di Google Ujjwal Singh, co-fondatore di SayNow, società acquisita da Google una settimana fa, e AbdelKarim Mardini, product manager per il Medio Oriente e Nordafrica, il sistema è già funzionante. La gente può ascoltare i messaggi usando gli stessi numeri telefonici o visitando l’indirizzo twitter.com/speak2tweet. «Noi speriamo di poter in questo modo aiutare il popolo dell’Egitto a restare connesso in un momento difficile. I nostri pensieri sono con tutti coloro che si trovano nel Paese». I tweet registrati chiamando i tre numeri vengono automaticamente associati alla hashtag #egypt. I numeri a disposizione sono +16504194196, +97316199855 e il numero romano +390662207294. Chiamando quest’ultima utenza, si sente un messaggio registrato in lingua araba che dà le istruzioni per ascoltare o lasciare un messaggio.
IL BLACK OUT E LA PIAZZA. L’iniziativa di Google è arrivata in un momento cruciale per i destini dell’Egitto: il 1 febbraio sono attese un milione di persone in piazza al Cairo per abbattere il regime di Mubarak. Intanto l’ultimo internet provider egiziano rimasto attivo è stato messo offline, isolando completamente il Paese.