Greta Thunberg arrestata a Londra in una protesta contro i giganti del petrolio

Redazione
17/10/2023

L'attivista svedese stava manifestando contro l'Energy Intelligence Forum che riunisce i vertici dei colossi petroliferi mondiali. Nel mirino i profitti record registrati nel 2022 dalle aziende dell'oil & gas «reinvestiti direttamente nell'espansione dei combustibili fossili e non nell'energia verde».

Greta Thunberg arrestata a Londra in una protesta contro i giganti del petrolio

Greta Thunberg è stata arrestata dalla Polizia britannica a Londra durante una protesta di ambientalisti contro l’Energy Intelligence Forum, che riunisce per tre giorni all’hotel InterContinental Park Lane i vertici dei colossi petroliferi mondiali come TotalEnergies e Shell. Alcune centinaia di manifestanti hanno bloccato gli ingressi dell’albergo di lusso vicino ad Hyde Park e gli agenti di Scotland Yard sono intervenuti compiendo diversi arresti.

La Thunberg ha attaccato i rappresentanti politici e i lobbisti del settore dei combustibili fossili

Parlando coi giornalisti a margine della protesta, la giovane attivista svedese ha attaccato l’incontro a porte chiuse e gli accordi siglati tra i rappresentanti politici e i lobbisti del «distruttivo settore dei combustibili fossili». La manifestazione è stata organizzata dalla ong ecologista Fossil Free London che, in un comunicato, ha puntato il dito contro i profitti record registrati lo scorso anno dalle aziende dell’oil & gas «reinvestiti direttamente nell’espansione dei combustibili fossili, e non nell’energia verde» come era stato promesso. Gli attivisti hanno anche criticato la presidenza della COP28, la conferenza annuale delle Nazioni Unite sul clima in programma dal 30 novembre al 12 dicembre a Dubai affidata al sultano Ahmed Al Jaber, a capo del colosso statale petrolifero degli Emirati Arabi Uniti.