Gruppo Misto, composizione e provenienza degli eletti

Redazione
04/04/2018

Trentasei deputati e 12 senatori. Questi i numeri dei Gruppi Misti della XVIII legislatura. La delegazione è attesa al Quirinale...

Gruppo Misto, composizione e provenienza degli eletti

Trentasei deputati e 12 senatori. Questi i numeri dei Gruppi Misti della XVIII legislatura. La delegazione è attesa al Quirinale per il primo giro di consultazioni. Ecco chi sono i componenti.

LEU NEL LIMBO. Alla Camera la pattuglia del Misto è presieduta da Federico Fornaro di LeU. La nuova formazione è riuscita a eleggere solo 14 deputati (tra cui Nicola Fratoianni, Pier Luigi Bersani, Roberto Speranza, Pietro Grasso e Laura Boldrini), numero non sufficiente a creare un gruppo autonomo (per il quale occorrono 20 eletti). Il leader Grasso ha presentato una deroga, richiesta che verrà presa in esame nei prossimi giorni.

ESPULSI E SOSPESI DEL M5S. Di sicuro, nel Misto della Camera fanno per ora parte i 2 sospesi dal M5s in attesa di un pronunciamento dei probiviri. I riconfermati Silvia Benedetti e Andrea Cecconi, travolti da Rimborsopoli. Ma anche i tre “incandidabili”: Salvatore Caiata, presidente del Potenza calcio, escluso dal M5s perché indagato per riciclaggio, Antonio Tasso, espulso per una condanna di primo grado andata in prescrizione per cd taroccati, e Catello Vitiello, cacciato perché accusato di essere stato iscritto alla massoneria (leggi anche: che fine hanno fatto gli eletti scomodi).

MINORANZE LINGUISTICHE E FRAMMENTI DI COALIZIONI. Nei 36 rientrano i 4 eletti delle minoranze linguistiche e i quattro di Noi con L’Italia. E ancora per Civica Popolare l’ex ministra Beatrice Lorenzin e Gabriele Toccafondi, tre deputati di +Europa, Riccardo Magi e Bruno Tabacci eletti nei collegi uninominali del centrosinistra e gli eletti all’estero di Maie (Movimento associativo italiani all’estero) e Usei Unione Sudamericana Emigrati Italiani, rispettivamente Borghese Mario Alejandro e Eugenio Sangregorio.

A Palazzo Madama invece il Gruppo è guidato da Loredana De Petris, sempre di LeU. Con lei Pietro Grasso, Vasco Errani e Francesco Laforgia. Due i sospesi del M5s: Carlo Martelli e Maurizio Buccarella, anch’essi implicati nello scandalo bonifici. Alla lista si aggiungono Emma Bonino (+Europa) e Riccardo Nencini (della lista Insieme), più i due senatori a vita: Mario Monti e Liliana Segre. Infine il senatore Ricardo Antonio Merlo del Maie e Adriano Cario dell’Usei.

[mupvideo idp=”5763759944001″ vid=””]