Gruppo Sia, il Cda approva il progetto di bilancio 2017

Redazione
08/03/2018

Il Consiglio di Amministrazione di Sia, riunitosi sotto la presidenza di Giuliano Asperti, ha esaminato e approvato il progetto di...

Gruppo Sia, il Cda approva il progetto di bilancio 2017

Il Consiglio di Amministrazione di Sia, riunitosi sotto la presidenza di Giuliano Asperti, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2017. I risultati conseguiti dal Gruppo evidenziano una forte crescita, soprattutto in termini di ricavi, Ebitda e utile netto, rispetto all’esercizio 2016, anche grazie all'apporto di P4cards (società neo- acquisita nel 2017) nell’ambito della monetica, ai ricavi della capogruppo e all’aumento delle transazioni di pagamento elettroniche e dei volumi di traffico sulla rete Sianet. Il raggiungimento di questi risultati è stato reso possibile dalla qualità delle soluzioni offerte e dall’affidabilità nella gestione di infrastrutture “mission-critical”, con livelli di disponibilità di servizio ai più elevati standard di mercato.

ARRIGHETTI: «STRATEGIA DI CRESCITA EFFICACE». «I risultati del 2017 confermano l’efficacia della strategia di crescita e internazionalizzazione perseguita in questi anni che ha permesso a Sia di affermarsi nell’ambito dei pagamenti digitali anche in condizioni di mercato molto competitive. Proseguiremo questo percorso attraverso lo sviluppo organico del business in Italia e all’estero e la ricerca di operazioni straordinarie coerenti con le nostre prospettive di crescita. Il nostro obiettivo rimane quello di creare l’infrastruttura hi-tech dei pagamenti europei con servizi innovativi, affidabili e sicuri», ha dichiarato Massimo Arrighetti, amministratore delegato di Sia.

PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI. I ricavi nel 2017 sono saliti a 567,2 milioni di euro con una crescita di 99 milioni di euro (+21,1%) rispetto al 2016. Il segmento Cards costituisce il 57% dei ricavi, il segmento Payments il 23% e gli Institutional Services il 20%. A livello geografico, i ricavi in Italia sono pari a 451,2 milioni di euro, in aumento di 79 milioni di euro (+21,2%), quelli dall’estero toccano i 116 milioni di euro in progresso di 20 milioni di euro (+20,8%). I costi operativi ammontano a 390,2 milioni di euro rispetto ai 346,8 milioni di euro del 2016 (+12,5%) di cui 175,1 milioni di euro riguardano il personale (+28,4% rispetto al precedente esercizio). A fine anno il Gruppo aveva 2.048 dipendenti – incluse le 353 risorse entrate per effetto dell’operazione di acquisizione del ramo di monetica da Unicredit Business Integrated Solutions (Ubis) – con un incremento del 22,6% rispetto al 2016.

EBITDA A 179,8 MILIONI. In rialzo, nel 2017, il margine operativo lordo (Ebitda) che raggiunge i 179,8 milioni di euro con un incremento di 54,9 milione di euro (+44%) e l’Ebit che si attesta a 108,5 milioni di euro, con 4,3 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente (+4,2%). L’Ebitda normalizzato, che non tiene conto di eventi e operazioni straordinarie, ammonta a 203 milioni di euro rispetto ai 142,6 milioni di euro dell’esercizio precedente (+42,3%). L’utile netto si attesta a 80,1 milioni di euro, in crescita di 9,7 milioni di euro (+13,8%). A fine 2017, la posizione finanziaria netta è scesa a 379,7 milioni di euro dai 392,4 milioni di euro (- 3,2%), malgrado un esborso straordinario di 35,8 milioni di euro dovuto all’affrancamento fiscale di parte del goodwill relativo all’acquisizione delle società P4cards e PforCards da Ubis (Gruppo Unicredit). Gli investimenti operativi sostenuti nel 2017 sono pari a 67,7 milioni di euro e si confrontano con i 21,9 milioni di euro del 2016, in aumento di 45,8 milioni di euro (+209,1%).

ANDAMENTO DEL BUSINESS. Nel 2017 Sia ha gestito complessivamente il clearing di 13,1 miliardi di transazioni (+7% rispetto al 2016), 6,1 miliardi di operazioni con carte (+41,1%) e 3,3 miliardi di operazioni di pagamento (+7,1%) relative a bonifici e incassi. Sui mercati finanziari il numero delle transazioni di trading e post-trading è salito a 56,2 miliardi dai 47,4 miliardi del 2016, con un incremento del 18,8%. Sia ha gestito un traffico di oltre 784 terabyte di dati, in aumento del 19,8% rispetto al 2016, sui 174 mila km. della rete Sianet, con una totale disponibilità dell’infrastruttura e livelli di servizio del 100%.

COLLABORAZIONE CON GLI ENTI PUBBLICI. Nel corso dell’anno, Sia ha consolidato la collaborazione con gli Enti Pubblici nella facilitazione dell’attuazione dei servizi verso il cittadino e nella semplificazione dei processi operativi, in linea con quanto previsto dal Piano triennale per l’informatica nella Pa, realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale e dal Team per la Trasformazione Digitale, che offre un indirizzo strategico, tecnologico ed economico destinato a tutte la Pubbliche amministrazioni per accompagnarle nel processo di trasformazione digitale e, in particolare, per collegarsi al Nodo dei Pagamenti PagoPa.

PROPOSTA DISTRIBUZIONE DEL DIVIDENDO. Grazie ai risultati conseguiti nel 2017 con un utile netto pari a 63,4 milioni di euro e considerati gli obiettivi di crescita e di stabilizzazione della redditività nel tempo indicati nel Piano Strategico triennale, tenuto anche conto dell’indebitamento finanziario derivante dalle operazioni di acquisizione societarie concluse nel 2016, il Consiglio di Amministrazione proporrà all’Assemblea degli Azionisti – convocata per il prossimo 17 aprile alle ore 11,30 presso la sede di Sia in via Gonin, 36 a Milano – la distribuzione di un dividendo ordinario per l’esercizio 2017 pari a 59,9 milioni di euro corrispondenti a 0,35 euro per ciascuna delle 171.343.227 azioni. L’anno scorso, agli azionisti era stato distribuito un dividendo ordinario pari a 44,55 milioni di euro corrispondenti a 0,26 euro per ciascuna delle 171.343.227 azioni.