Guardiola: «La Juve non mi ha cercato. Allegri e De Zerbi? Vogliono vincere con le loro idee»

Redazione
09/10/2023

L'allenatore del Manchester City dice la sua sulla diatriba tutta italiana tra il corto muso dello juventino e il bel gioco del tecnico del Brighton: «Entrambi puntano alla stessa cosa. Nessuno gioca solo per l'estetica». E smentisce di avere avuto dei contatti per andare a Torino.

Guardiola: «La Juve non mi ha cercato. Allegri e De Zerbi? Vogliono vincere con le loro idee»

Risultatisti contro giochisti, corto muso oppure calcio spettacolo e ricerca del possesso palla. Da che parte state? Lo scontro che accende i social di solito prende le sembianze dei due allenatori italiani più discussi del momento: Massimiliano Allegri e Roberto De Zerbi. Chiacchierati per motivi opposti: gli “zero titoli” e il gioco scadente della Juventus allegriana, i risultati sorprendenti del Brighton che vince e soprattutto fa divertire. A intervenire sulla diatriba è stato addirittura Pep Guardiola, tecnico del Manchester City e vincitore dell’ultima Champions. Anche se di parte – in quanto appartenente alla fazione giochista – ha provato a fare il democristiano: «Pensate che Allegri non voglia vincere?», ha detto il catalano nel corso di un intervento all’evento Dialoghi sul talento svoltosi al Palazzetto dello sport di Cuneo. «Stesso discorso vale anche per De Zerbi, entrambi vogliono vincere. Allegri è convinto di poter vincere con le sue idee, idem De Zerbi. De Zerbi non cerca l’estetica, vuole vincere. E crede di poterlo fare giocando secondo quello che è il suo credo. Stesso discorso per Allegri, anche lui vuole vincere. Tutti gli allenatori vogliono vincere, nessuno pensa solo al bello e dice che non gli interessa vincere. Non ho mai visto un allenatore che non vuole vincere o un giocatore che non vuole giocare bene. Sono modi di interpretare il calcio».

I rapporti con la Juventus: «Non mi ha mai cercato»

Il tecnico del Manchester City ha anche smentito tutte le voci di mercato che lo hanno accostato, in passato o in ottica futura, alla Juventus. «No, non mi ha mai cercato», ha detto rimarcando però il suo amore per l’Italia, Paese che ha conosciuto alla fine della sua carriera da calciatore tra Brescia e Roma. «L’Italia però mi piace molto e ci vengo molto spesso in vacanza. E poi si mangia davvero bene».