Guerra in casa Murdoch

Redazione
24/08/2012

Il vaso di Pandora della famiglia Murdoch si è aperto. A scoperchiarlo è stata Elisabeth Murdoch il 24 agosto, in...

Guerra in casa Murdoch

Il vaso di Pandora della famiglia Murdoch si è aperto.
A scoperchiarlo è stata Elisabeth Murdoch il 24 agosto, in un doppio attacco sferrato dapprima al gruppo editoriale del padre Rupert ma, soprattutto, al fratello James.
Elisabeth ha rivelato per la prima volta le divisioni fratricide all’interno del potente clan dei media, vestendosi del ruolo della figlia onesta e di grande integrità morale.
«JAMES HA TRADITO I VALORI DI PAPÀ». Secondo la figlia dello Squalo James ha tradito i valori del padre: «All’epoca del Tabloidgate avresti dovuto farti da parte», ha detto riferendosi a lui.
Il tutto nel giorno in cui l’ultimo portabandiera rimasto di Murdoch, The Sun, ha deciso di pubblicare le foto del principe Harry nudo, andando esplicitamente contro le direttive della casa reale inglese.
«PROFITTO SENZA MORALE: UN DISASTRO». Gesto che Elisabeth ha approvato e che ha tenuto a distanziare dallo scandalo intercettazioni del Tabloidgate, citando Voltaire e Nelson Mandela mentre rinfacciava a James il prestigioso podio della MacTaggard Memorial.
«Il profitto senza scopo morale è una ricetta per il disastro», ha detto la presidente e fondatrice della società di produzione televisiva Shine che ha venduto a NewsCorp per 415 milioni di sterline.

«Hanno tradito i miei valori. E mi sono posta delle domande»

Una scelta che è avvenuta in un anno difficile, di disgregazione dei rapporti famigliari. Elisabeth ha parlato di «incubi molto vicini a casa» che l’hanno costretta a porsi «domande difficili su come certi comportamenti hanno tradito così clamorosamente i suoi valori».
Ed è stata proprio lei a chiedere a James, all’apice dello scandalo del Tabloidgate, di farsi da parte.
«REBEKAH BROOKS HA FOTTUTO L’AZIENDA». Ma anche a reclamare e ottenere l’estromissione di Rebekah Brooks dal ruolo di amministratore delegato di NewsCorp perché, avrebbe detto più volte, «ha fottuto l’azienda».
Dopo il discorso sono subito piovute le prime voci che hanno decifrato nell’intento di Elisabeth quello di volersi prendere tutta l’eredità di NewsCorp, andando alla guida del gruppo.
Ma lei stessa lo ha smentito. A comprovarlo le sue parole: la figlia di Murdoch ha infatti tessuto le lodi della Bbc, nemico numero uno del padre nel Regno Unito, e dell’uscente amministratore delegato del New York Times, Mark Thompson, rivale negli Usa del tycoon.