Guerra in Medio Oriente, l’Iran minaccia: «Chiuderemo l’accesso al Mediterraneo»

Redazione
23/12/2023

Lo ha detto un comandante dei Pasdaran. Continuano le operazione dell’Idf nella Striscia. Guterres: «In 75 giorni uccisi a Gaza 136 addetti dell'Onu». Colpite postazioni di Hezbollah in Libano. Gli aggiornamenti sul conflitto.

Guerra in Medio Oriente, l’Iran minaccia: «Chiuderemo l’accesso al Mediterraneo»

All’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio di Sicurezza dell’Onu della risoluzione per maggiori aiuti a Gaza, ma non per il cessate il fuoco, il comandante delle Guardie della Rivoluzione iraniana Mohammad Reza Naqdi ha affermato che gli Stati Uniti e i loro alleati «dovranno aspettarsi presto la chiusura del Mar Mediterraneo, dello Stretto di Gibilterra e di altri corsi d’acqua», in risposta ai «crimini» commessi da Usa e Israele nella Striscia. Da parte sua, Tel Aviv ha comunicato che «continuerà la guerra fino al rilascio di tutti i rapiti e all’eliminazione di Hamas»: parole del ministro degli Esteri Eli Cohen.

Continuano le operazioni dell’esercito israeliano nella Striscia 

L’Idf continua a operare nel centro, nel sud e nel nord della Striscia di Gaza. Durante le operazioni di terra nella parte meridionale della città di Gaza, le truppe israeliane della Brigata della Riserva di Yiftah hanno effettuato un’imboscata contro Hamas, provocando la morte di decine di agenti terroristici che si stavano preparando ad attaccare, rende noto l’Idf. Dall’inizio dell’operazione a Gaza sarebbero «più di 700 gli operativi delle organizzazioni terroristiche nella Striscia catturati e interrogati». Si sono verificati poi pesanti bombardamenti israeliani sulla zona di Al-Jarn. Un attacco aereo israeliano ha ucciso 76 membri di una famiglia allargata a Gaza, ha dichiarato Mahmoud Bassal, portavoce del dipartimento della Protezione Civile della Striscia.

Guerra in Medio Oriente, l’Iran minaccia: «Chiuderemo l’accesso al Mediterraneo». Gli aggiornamenti sul conflitto Israele-Hamas.
La disperazione di una donna palestinese (Getty Images).

Guterres: «In 75 giorni a Gaza uccisi 136 addetti dell’Onu»

In 75 giorni di guerra a Gaza sono rimasti uccisi 136 addetti delle Nazioni Unite, «una cosa mai vista» nella storia dell’Onu, secondo quanto dichiarato su X dal segretario generale Antonio Guterres: «Molti del nostro personale sono stati costretti ad abbandonare le loro case. Rendo omaggio a loro e alle migliaia di operatori umanitari che rischiano la vita nell’aiutare i civili a Gaza».

Sale a 99 il numero dei giornalisti uccisi nella Striscia di Gaza

È salito a 99 il numero dei giornalisti uccisi nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre. Lo ha annunciato l’ufficio stampa del governo di Hamas su Telegram: l’ultima vittima è Muhammad Khalifa, morto in un bombardamento israeliano che ha preso di mira l’abitazione della sua famiglia nel campo profughi di Nuseirat.

Guerra in Medio Oriente, l’Iran minaccia: «Chiuderemo l’accesso al Mediterraneo». Gli aggiornamenti sul conflitto Israele-Hamas.
Soldati dell’Idf (Getty Images).

Nuovi raid di Israele su postazioni di Hezbollah in Libano

L’esercito israeliano ha colpito durante la notte e la mattinata successiva mattina «diversi obiettivi terroristici di Hezbollah, tra cui infrastrutture operative, infrastrutture terroristiche e un complesso militare». Lo ha fatto sapere il portavoce militare secondo cui «l’Idf ha attaccato anche con l’artiglieria in territorio libanese».