Redazione

Che cos’è la terapia sostitutiva del testosterone

Che cos’è la terapia sostitutiva del testosterone

 Può capitare, sopratutto con l'avanzare degli anni, che il livello del testosterone negli uomini diminuisca comportando il fenomeno del cosiddetto: ipogonadismo. Il testosterone, come pochi sanno, è un importante indicatore dello stato di salute del paziente dunque una carenza, può spi...

23 Novembre 2013 13.11

Like me!

 

Può capitare, sopratutto con l’avanzare degli anni, che il livello del testosterone negli uomini diminuisca comportando il fenomeno del cosiddetto: ipogonadismo. Il testosterone, come pochi sanno, è un importante indicatore dello stato di salute del paziente dunque una carenza, può spiegare un problema fisico. Un calo fisiologico avviene dopo i 40 anni ma i soggetti con diabete, ad esempio, hanno un valore ancora più basso. Ciò non comporta problemi solo nell’ambito sessuale ma può aggravare il rischio di contrarre malattie quali sopratutto: sindromi cardiovascolari, osteoporosi, diabete e obesità.

Per sopperire a questa carenza del nostro sistema, una soluzione può essere rappresentata dalla terapia sostitutiva del testosterone. La terapia viene effettuata somministrando nel paziente i farmici contenenti l’ormone che manca, questa classe di farmaci va sotto il nome di androgeni. Normalmente la dose viene iniettata nel muscolo del sedere ma, esistono anche diversi metodi di somministrazione come il cerotto una volta al giorno o il gel da spalmare sopratutto dopo una doccia al mattino. Infine, esistono compresse da assumere subito dopo i pasti.

La terapia varia in base alle esigenze e alle analisi del paziente, per questo è importante non prendere iniziative autonome e consultare sempre il medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *