Come fare se avanza il riso

Alcune idee per riutilizzare il riso avanzato

12 Settembre 2017 16.04
Like me!

Spesso si cucina più di quanto poi si mangia, col rischio di sprecare il cibo. Per fortuna, negli ultimi anni, la popolazione si è sensibilizzata riguardo il problema dello spreco alimentare, ed è sempre più un’abitudine quella di riciclare il cibo avanzato.

Uno degli alimenti che, una volta avanzato, può dare vita a nuovi diversi piatti è il riso.

Sono tantissime le ricette che si possono creare col riso avanzato. Una delle più semplici è quella della frittata di riso: sarà sufficiente aggiungere al riso due uova, del parmigiano grattugiato e un po’ di pepe, e cuocerla al forno o in padella.

Un’altra soluzione può essere quella di cucinare delle piccole arancine di riso: basta condire il riso con parmigiano, mozzarella e prosciutto cotto, formare delle palline, impanarle e infine friggerle.

Un’altra idea è quella della classica insalata di riso, o ancora, polpette di riso, tortini, torte salate… Insomma, il riso è un alimento che si presta davvero a tutto! Dipende dal tempo che si ha a disposizione e, ovviamente, dalla fantasia.

Perché no, ci si può sbizzarrire e usare il riso per un sushi homemade!

Certo, tutte le ricette non sono adatte allo stesso tipo di riso. Per esempio, se è avanzato del riso carnaroli, il piatto migliore consigliato è la pizza di riso. Con il riso semifino si possono preparare supplì, timballi, arancine e sformati. Il riso comune è più adatto, invece, per le crocchette e le polpette. Per insalate di riso è possibile usare il riso Ribe che si presta bene anche per gli involtini.

Il riso parboiled non è consigliabile come prima scelta, poiché è a cottura rapida e per questo motivo non libera gli amidi che consentono al riso di amalgamarsi naturalmente. Le ricette con gli avanzi di riso parboiled dovrebbero, perciò, essere arricchite con burro, besciamella, panna o uova, tutti alimenti in grado di amalgamarlo per bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *