Marco Giansanti

Come organizzare un viaggo da soli

Come organizzare un viaggo da soli

Breve guida che riporta i consigli e i punti fondamentali per organizzare autonomamenteun viaggio, senza affidarsi ai pacchetti preconfezionati

12 Dicembre 2018 09.31

Like me!

Spesso i turisti che decidono di organizzare un viaggio in modo indipendente si trovano tormentati da mille dubbi, a volte giustificati e altre meno, e da altrettante paure, la maggior parte delle volte infondate.

E’ anche vero però che la maggior parte delle volte un viaggio organizzato in autonomia risulta maggiormente divertente rispetto ai pacchetti viaggi preconfezionati, poiché ogni turista può decidere cosa vedere e quando, costruendosi da solo pacchetti flessibili e fatti su misura, oltre che risparmiare parecchi soldi ed aumentare l’autostima.

Leggi anche: "Come trovare compagni di viaggio".

È quindi utile ripercorrere i punti fondamentali che non vanno mai trascurati quando si organizza un viaggio fai da te.

Scelta della meta e prenotazione voli

Per decidere la meta è importante verificare che il periodo scelto non corrisponda a quello dei monsoni, delle grandi piogge, del clima caldo e umido nella destinazione prevista, per evitare che piogge torrenziali, eccessivo caldo e zanzare rovinino il viaggio.

È anche importantissimo evitare posti che possano portare in situazioni di potenziale pericolo, e per questo risulta molto utile documentarsi preventivamente sul sito della Farnesina “Viaggiare Sicuri”, per visualizzare facilmente le aree da evitare.

Leggi anche: "Come conoscere i luoghi di viagg sconsigliati dalla Farnesina".

Occorre poi, una volta scelta la meta e il periodo, monitorare con adeguato anticipo i voli, attraverso i siti internet che comparano le diverse compagnie low cost, per poi prenotare direttamente il volo sul sito internet della compagnia aerea scelta.

Prenotazione alloggio e vettura e verifica documentazione

Una volta prenotato il volo è necessario prenotare anche l’alloggio e, per farlo, è possibile consultare parecchi siti internet che presentano offerte promozionali, tra cui Booking (che ha anche il vantaggio di avere, spesso, la cancellazione gratuita), Homeholiday ed Expedia.

È comunque utile anche contattare successivamente la struttura per avere maggiori dettagli in merito alla prenotazione.

Se l’idea iniziale è quella di fare un viaggio itinerante è indispensabile anche la prenotazione preventiva dell’auto, che preveda anche una copertura assicurativa adeguata ad evitare spiacevoli sorprese, ad esempio dal sito Rentalcar o da altri similari.

Inoltre, prima di partire, bisogna sempre verificare sul sito Viaggiare Sicuri la documentazione necessaria da portare durante il viaggio, poiché in alcuni stati oltre al passaporto potrebbe necessario anche un visto.

Infine è sempre utile, anche se non indispensabile, avere un’assicurazione sanitaria che, in caso di ricovero durante il viaggio, eviterebbe di sborsare spese notevoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *