Paola Verga

Come saldare la ghisa

Come saldare la ghisa

Un pezzo di ghisa si è rotto? Niente paura ecco come prepararlo alla riparazione con la saldatura

16 Aprile 2018 08.36

Like me!

Il metodo della saldatura, è un’attività di precisione che consente di aggiustare delle parti spezzate o di unire più parti di uno stesso materiale.

Potrebbe interessarti la guida "come saldare"

Saldare la ghisa

Riscaldare, in un forno o con fiamme esterne, e poi raffreddare  tutto il pezzo mantenendolo ad una temperatura tra i 65 e i 250°C.

Scaldare nuovamente il pezzo portandolo ad una temperatura compresa tra i 250 e i 650°C.

Immergere il materiale caldo di ghisa, nella sabbia, per farlo raffreddare molto lentamente, per poterlo toccare in sicurezza senza guanti.

Per riparare delle crepe o delle fessure collegare le parti utilizzando dei pezzi di ghisa piccoli.

Utilizzare il metodo della borchiatura per riparare le parti rotte più grandi.

Se al termine del lavoro nel pezzo di ghisa rotto, ci saranno ancora delle crepe, utilizzare il sigillante per ottenere un effetto sigillato.

Saldare la ghisa con gli elettrodi

Pulire e smussare il pezzo rotto di ghisa e con l’utilizzo di elettrodi o bacchette composti quasi completamente da nickel e unire saldando a piccoli pezzi.

Proseguire martellando la superficie per farlo raffreddare molto lentamente, prestando però attenzione agli sbalzi di temperatura.

Consigli utili per saldare la ghisa

Per saldare la ghisa occorre:

  • Tenere vicino mentre si salda la ghisa, un estintore
  • Indossare una mascherina da saldatore per il volto
  • Proteggere le mani indossando un paio di guanti da lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *