Redazione

Come si trasmette l’AIDS

Come si trasmette l’AIDS

Il virus HIV si trasmette per contatto diretto con il sangue o i liquidi del corpo di soggetti infetti. Si trasmette ai bambini in tre modi: Nell’utero materno, durante lo sviluppo embrionale; Al momento della nascita; Durante l’allattamentoOvviamente se la madre è infetta. Tra adolesce…

03 Dicembre 2013 20.54

Like me!

Il virus HIV si trasmette per contatto diretto con il sangue o i liquidi del corpo di soggetti infetti. Si trasmette ai bambini in tre modi:

  • Nell’utero materno, durante lo sviluppo embrionale;
  • Al momento della nascita;
  • Durante l’allattamento

Ovviamente se la madre è infetta. Tra adolescenti e adulti, il virus si trasmette attraverso comportamenti a rischio durante:

  • Rapporti sessuali non protetti (sesso orale, anale o vaginale)
  • Scambio di aghi usati per iniezioni o droga, piercing, tatuaggi e body art;
  • In casi rarissimi per diretto contatto con una ferita aperta della persona infetta o trasfusioni di sangue.

Il virus si “annida” in quantità significativa e trova il suo humus nel sangue, nel liquido pre-eiaculatorio o nello sperma, nel fluido vaginale e nel latte materno. Tutte le mucose sono pertanto a rischio come i genitali, narici, bocca. Genericamente, gli atteggiamenti sessuali sicuri sono la masturbazione reciproca, l’uso di preservativi, i baci (salvo il caso di presenza di ferite labbiali). Viceversa, un comportamento al alto rischio è un rapporto completo non protetto.

Se durante il rapporto sessuale il preservativo si rompe non vi  alcun modo per arrestare o annullare il rischio, ma si può tentare di ridurlo in uno dei modi seguenti:

  • Per l’uomo: interrompere il rapporto e lavarsi accuratamente le parti e cercare di urinare;
  • Per la donna: eseguire una lavanda vaginale, anche se non è stato determinato se si può trattare di un reale beneficio o possa addirittura aumentare il rischio alterando il ph.

Se lo sperma o il sangue mestruale finiscono in bocca, non ingerire, ma sputare subito e sciacquarsi la bocca.

Il rischio di contagio è assolutamente nullo nel caso di rapporti personali familiari e amichevoli come baciarsi sulla guancia, abbracciarsi, stringere la mano, condividere il letto o l’asciugamano, pettini; mentre è da evitare lo scambio di spazzolini e rasoi. Starnuti, sudore e lacrime non sono veicoli di trasmissione del virus HIV.

È sottinteso che un buon comportamento sessuale evita non solo la trasmissione dell’HIV, ma anche di numerose altre malattie veneree.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *