Giorgia Zatta

Come vendere casa privatamente

Come vendere casa privatamente

Consigli ed istruzioni pratiche su come fare per vendere casa privatamente in modo semplice

11 Marzo 2019 08.11

Like me!

Vendere casa non è sempre facile per questo molti si affidano ad agenzie immobiliari che richiedono commissioni sulla vendita, andando coì ad intaccare il guadagno finale.

Esistono però dei modi semplici anche per approcciarsi alla vendita di casa privatamente.

Le spese di agenzia

Quando ci si appresta a vendere casa è bene tenere conto delle alternative. Se si decide di avvalersi del supporto di un’agenzia immobiliare è bene sapere che quota chiederà una provvigione sulla vendita.

A dover pagare questa provvigione saranno entrambe le parti: venditore ed acquirente. Per il calcolo della provvigione si applica una percentuale sul prezzo di vendita che varia da 2% al 6%  a seconda dell’agenzia. Un onere che inciderà abbastanza sulle tasche di entrare le parti.

I vantaggi di vendere casa privatamente 

Gestire una trattativa di vendita fra privati ha senza dubbio numerosi vantaggi: nessun costo di mediazione, gestione degli appuntamenti secondo le proprie disponibilità, trattativa diretta senza intermediari, chi compra casa preferisce acquistare da privati per risparmiare. 

Leggi anche: Come comprare casa 

I migliori canali per vendere casa privatamente

Il mercato immobiliare privato di oggi è stato enormemente facilitato dall’avvento di internet. Esistono infatti numerosi siti in cui si possono pubblicare annunci di vendita in modo gratuito raggiungendo così un elevato numero di interessati.

Al momento di inserire un annuncio è bene avere chiaro il prezzo a cui si vuole vendere casa, confrontandolo con quelle simili nelle vicinanze o facendosi fare una stima da un esperto; si deve inoltre dare visibilità al proprio annuncio elencando i punti di forza della casa e, nel momento in cui si fisseranno gli appuntamenti, presentare una casa pulita e in ordine

Leggi anche: Come vendere casa velocemente

La documentazione per vendere casa privatamente

Una volta raggiunto l’accordo fra venditore e acquirente non resta che compilare le carte necessarie per la vendita facendo molta attenzione che tutto sia in regola.

Bisogna perciò avere: 

  • documentazione di provenienza ossi l’atto di acquisto della casa;
  • documentazione catastale ed urbanistica;
  • documentazione edilizia ossia il certificato di abitabilità, la dichiarazione di costruzione se la casa è anteriore al 1967 e la licenza di costruzione;
  • documentazione su eventuali varianti edilizie;
  • certificazione energetica;
  • messa a norma degli impianti.

Una volta che si hanno tutte le carte è bene rivolgersi ad un notaio che consiglierà al meglio su un eventuale offerta irrevocabile di acquisto in cui stabile le garanzie tra le parti e gli eventuali acconti da versare per l’acquisto, per poi passare al preliminare e giungere al rogito finale.

Leggi anche: Quali sono spese notarili acquisto prima casa 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *