Redazione

Controindicazioni olio di iperico farmaci per ipertensione

Controindicazioni olio di iperico farmaci per ipertensione

Il nome botanico dell’iperico è Hypericum Perforatum oppure Erba di San Giovanni, fa parte della famiglia delle Hypericaceae, Guttiferae. È bene rilevare che l’iperico è un arbusto perenne, ha un’altezza di circa 50 cm. Le sue foglie sono piccole e i fiori di colore giallo molto intenso…

02 Settembre 2016 09.53

Like me!

Il nome botanico dell’iperico è Hypericum Perforatum oppure Erba di San Giovanni, fa parte della famiglia delle Hypericaceae, Guttiferae. È bene rilevare che l’iperico è un arbusto perenne, ha un’altezza di circa 50 cm. Le sue foglie sono piccole e i fiori di colore giallo molto intenso. Da tradizione i fogli vengono raccolti la notte di San Giovanni (che è il 24 giugno), verso l’alba.

È dall’ipericina, pigmento rosso che risulta essere contenuto nell’Iperico, e questo fa assumere il caratteristico colore all’olio, che deriva il nome di erba di San Giovanni. E questo perché il rosso fa venire alla mente il sangue versato dal Santo.

L’olio di iperico viene utilizzato per i seguenti impieghi terapeutici: uso interno: ansia, distonia neurovegetativa, gastrite ed ulcera gastrica, stati depressivi minori; uso esterno: bruciature, piaghe, eritemi, abrasioni e pruriti.

Per poter apprezzare i suoi effetti antidepressivi l’iperico deve essere assunto per almeno quattro settimane di trattamento.

Questi sono gli effetti collaterali dell’olio di iperico: effetti avversi di natura gastrointestinale (vomito, nausea, irritazione gastrointestinale); affaticamento e sindrome della gambe senza riposo; evidenti reazioni allergiche a livello cutaneo (in particolare: dermatiti).

Se si manifestano tali effetti indesiderati, oppure se si verificano altri effetti collaterali, è bene consultare il medico o il farmacista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *