Simona Anelli

Cosa succede se ho il conto in rosso

Cosa succede se ho il conto in rosso

Tra blocchi, interessi e commissioni: spiacevoli conseguenze di un conto corrente in negativo

15 Giugno 2017 09.57

Like me!

Può capitare anche al migliore degli amministratore delle proprie finanze un periodo di spese impreviste o di disattenzione che porta ad avere il conto corrente in negativo, di qualche euro o di somme più elevate; ma cosa succede, nella pratica, alle  finanze di ognuno quando il conto è in negativo? Come può influire, anche solo sul breve periodo, un conto in rosso sulla quotidianità di ciascuno?

Vantaggi e svantaggi del Conto Corrente

La maggior parte delle persone oggi utilizza un conto corrente per il deposito e i movimenti riguardanti il proprio denaro: oltre a rappresentare una tutela a livello di sicurezza, la facilità di disporre dei propri averi tramite carte di credito, addebiti diretti è pratiche varie rappresenta un'impagabile comodità.

Ma, si sa, avere un conto corrente significa anche pagare delle spese di gestione che si applicano di default e che diventano ancora più evidenti in caso di conto corrente in negativo.

Conseguenze di un conto corrente in rosso

Avere un conto corrente in rosso significa aver superato i limiti legati alla ropria disponibilità economica depositata: come si comporta l'istituto di credito in questi casi?

La Banca, per prima cosa, blocca le carte di pagamento (di credito, di debito e prepagate); in secondo luogo, verranno bloccati tutti gli addebiti Rid previsti sul conto corrente. L'istituto di credito procede, poi, all'applicazione di interessi passivi che possono essere molto gravosi ed arrivare anche al 14%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *