Jaqueline Facconti

Mal d'auto: rimedi della nonna

Mal d’auto: rimedi della nonna

Cinetosi o mal d'auto colpisce grandi e piccini: i sintomi sono nausea, senso di vomito, debolezza, cefalee, tremori. Come rimediare? Non sono farmaci ma, soprattutto, ricorrere ai validissimi rimedi della nonna

18 Agosto 2017 18.27

Like me!

Cinetosi o mal d'auto colpisce grandi e piccini: i sintomi sono nausea, senso di vomito, debolezza, cefalee, tremori. Come rimediare? Non sono farmaci ma, soprattutto, ricorrere ai validissimi rimedi della nonna

Cinetosi: che cos'è e sintomi

La cinetosi o il mal d'auto è uno stato di malessere che colpisce soprattutto i bambini piccoli fino all'età adolescenziale. 
Si tratta di un disturbo di natura neurologica che interessa le persone che viaggiano in automobile, in pullman, in treno, aereo, nave. 
I più piccini possono soffrire di cinetosi anche quando giocano su una giostra. 
Per quanto concerne i sintomi, i più frequenti sono: cefalee, vomito, tremori, nausee, vertigini e stanchezza.
La causa più diffusa è una malformazione all’orecchio interno, accentuata da stimoli di tipo visivo oppure olfattivo.

Mal di auto: rimedi della nonna

rimedi della nonna che possono essere utilizzati da chi soffre di mal di auto, sono annoverabili nei seguenti:

  • Zenzero (pasticche, chewing-gum, biscotti, etc.) è l'ingrediente principe dei rimedi contro la cinetosi, vanta un’azione anti-nausea e digestiva. 
  • Fiore di Bach (gocce) efficace per chi soffre di nausea e vertigini. 
  • Olio essenziale di menta e un cucchiaino di miele per combattere la nausea e il mal di stomaco.
  • Musica: ascoltare la musica (specie se classica) aiuta a rilassarsi e a distrarre il cervello, alleviandolo dal pensiero di avere la nausea e di vomito.
  • Spuntino Light, mai a digiuno e mai pasti troppo abbondanti. L’ideale è mangiare come spuntino con un frutto (banana, mela, pera, etc) oppure qualche grissino, cracker, fetta biscottata.
  • Bere poco.
  • Dormire e chiudere gli occhi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *