Caterina Mastroberti

Pasqua come si calcola la data

Pasqua come si calcola la data

Come calcolare la data di Pasqua con le fasi lunari e l’equinozio di marzo

14 Marzo 2019 10.10

Like me!

La Pasqua è il giorno di festa per eccellenza per i cristiani. Essa rappresenta la resurrezione di Gesù e la vittoria della vita sulla morte.

La Pasqua è una festività mobile: a differenza del Natale, che viene celebrato sempre nello stesso giorno, la Pasqua cade ogni anno in un giorno diverso (a volte a marzo, altre ad aprile).

La scelta del giorno non è casuale: ecco come si calcola la data.

L’equinozio di primavera e le fasi lunari

Una cosa è certa: la Pasqua cade sempre di domenica, giorno del Signore secondo il credo cristiano.

Per calcolare la data di Pasqua bisogna tener presente di due fattori: l'equinozio di primavera e le fasi lunari.

Leggi anche Come si festeggia la Pasqua ebraica

L'equinozio 

L'equinozio, dal latino “aequa nox”, cioè «notte uguale», indica quel momento esatto che separa in parti uguali la durata della fase notturna da quella diurna. Durante l'anno solare si manifesta due volte a distanza di sei mesi ciascuno: a marzo ed a settembre.

L'equinozio di marzo segna la la fine dell'inverno e l'inizio della primavera; l’equinozio di settembre determina la fine dell'estate e l'inizio dell’autunno.

Ai fini del calcolo della data di Pasqua è necessario conoscere l’equinozio di primavera, che generalmente cade il giorno 20 o 21 marzo.

Leggi anche Solstizio-equinozio: quali sono le differenze

Le fasi lunari

Le fasi lunari sono cicliche e complessivamente otto:

  1. luna nuova ( la luna non è visibile dalla terra, poiché situata tra sole e terra);
  2. luna crescente;
  3. primo quarto;
  4. gibbosa crescente;
  5. luna piena;
  6. gibbosa calante;
  7. ultimo quarto;
  8. luna calante.

Leggi anche Come si legge il calendario lunare

Il calcolo

Il calcolo della Pasqua avviene nel seguente modo: dal giorno dell’equinozio di marzo (convenzionalmente sempre il 21 marzo) si calcola il il primo giorno di luna piena successivo ( o anche lo stesso 21 marzo): la prima domenica successiva al giorno di luna piena è il giorno di Pasqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *