Spuntature di maiale cosa sono

Da quali parti degli animali vengono ricavate le spuntature di maiale e altre informazioni utili.

29 Novembre 2018 13.03
Like me!

Le spuntature di maiale, chiamate anche costolette, puntine, costicine, costine, costoline o rosticciana, sono un taglio di carne economico, poco pregiato ma molto saporito.

Leggi anche: "I piatti tipici della tradizione lombarda."

Da dove si ricavano le spuntature

Le spuntature di maiale, si ricavano dalla gabbia toracica dell’animale; esse sono dei prolungamenti delle ossa, che partono dalla prima vertebra e giungono all’ultima vertebra toracica, su ambedue i lati. Oltre dai suini, le spuntature possono essere ricavate anche dai manzi, dai cinghiali, dai bufali e dai castrati.

Come si cucinano le spuntature di maiale

Le spuntature di maiale possono essere cucinate, in diversi modi: arrosto nel forno, arrosto sulla griglia, affumicate, in umido e alla brace.

Prima di cucinare le spuntature, occorre:

  • Eliminare la membrana posta sul retro, che potrebbe risultare fastidiosa al morso
  • Prestare attenzione durante la cottura, perché potrebbero seccarsi facilmente.

Leggi anche: "Che carne comprare per una grigliata"

Altre informazioni utili sulle spuntature di maiale

Questo taglio di carne, viene spesso utilizzato per la  preparazione degli insaccati e dei salumi

Le spuntature, contengono al loro interno tessuto adiposo, muscolo, tessuto connettivo, osso e cartilagine ma sono povere di carne. Hanno un elevato contenuto di lipidi, che fanno salire il loro apporto energetico e di glicogeno (l’unico zucchero presente); sono presenti diversi tipi di  Sali minerali ed alcune vitamine ma sono assenti le fibre.

Potrebbe interessarti la guida "Quale tipo di carne ha meno calorie"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *