Chi è l'anarchico greco che dà il nome alla cellula di Treviso

Chi è l’anarchico greco che dà il nome alla cellula di Treviso

16 Agosto 2018 17.00
Like me!

Si sa poco dell'anarchico Haris Hatzimihelakis da cui prende il nome la cellula che ha rivendicato gli ordigni esplosivi messi nella sede della Lega di Treviso. E le poche informazioni circolano per lo più su portali anarchici. Quello che è certo è che è stato arrestato il 23 settembre 2009, all'età di 19 anni, nella sua casa di Halandri, vicino Atene, assieme ad altri suoi compagni. Nell'abitazione trovarono anche un ordigno esplosivo, pronto per essere utilizzato. È stato riconosciuto «colpevole di creazione di un’ organizzazione terroristica, fabbricazione di esplosivi, possesso di esplosivi e di aver eseguito attentati con esplosivi presso il Ministero di Macedonia-Tracia, la casa dell’ex viceministro dell’Interno Panayiotis Hinofotis e le case dei ministri del PASOK Louka Katseli e Gerasimos Arsenis». E condannato a un totale di 37 anni, di cui 25 di reclusione. Durante il processo ha rivendicato di essere parte della Cospirazione delle Cellule di Fuoco, l'organizzazione greca che ha messo a punto una serie di attentati incendiari tra il 2008 e il 2011, con una lunga dichiarazione poi pubblicata e tradotta come Mai più disarmato (edizioni Sole Nero, 2012). In questo testo di oltre 20 pagine, teorizza come « la giustizia era e continuerà ad essere basata sulla classe sociale» e che quindi «la violenza rivoluzionaria rompe il monopolio di Stato sulla violenza e la repressione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *