A cosa serve il deumidificatore

Ecco a cosa serve il deumidificatore e perché bisogna tenerlo in casa

23 Luglio 2018 13.24
Like me!

Soprattutto in inverno, sulle pareti si possono formare delle macchie scure oppure si possono fare dei rigonfiamenti che sollevano l’intonaco dai muri. Tutto questo è causato dall’umidità, che influisce negativamente anche sulla salute.

L’unica cosa da fare in questi casi è comprare un deumidificatore. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio a cosa serve il deumidificatore.

Deumidificatore: perché comprarlo e come funziona

Il deumidificatore serve per togliere l’umidità in eccesso nello spazio in cui viene collocato.

Leggi anche come eliminare umidità con sale

Solitamente è portatile e può essere trasportato con estrema facilità. Per farlo andare in funzione, basta attaccarlo alla presa di corrente e tenerlo acceso. Il deumidificatore non fa altro che aspirare l’aria per poi spingerla all’interna tramite una ventola. Successivamente l’aria viene rimessa all’esterno, pulita e rigenerata.

Le conseguenze dell’umidità

Il deumidificatore dunque non serve né per riscaldare né per raffreddare. Il suo unico scopo, infatti, è togliere l’umidità. In compenso, però, togliendo l’umidità, soprattutto d’estate, l’aria diventa più secca e quindi il caldo si sopporta di più. Anche in inverno, il deumidificatore contrasta il freddo umido ed è utile soprattutto nelle abitazioni poco soleggiate.

Un ambiente umido inoltre favorisce la proliferazione di muffe e di batteri, portando anche un odore poco gradevole in casa. L’umidità, nel corso degli anni, può anche arrivare a rovinare rivestimenti e mobili, provocando fastidi come allergie, raffreddori, ecc.

Leggi anche come combattere umidità per infiltrazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *