Assunta Dagnone

Acido alfa lipoico dove si trova

Acido alfa lipoico dove si trova

L’acido alfa lipoico è un antiossidante molto efficace nei casi di diabete e si trova in alcuni cibi in particolare

19 Marzo 2019 20.48

Like me!

L’acido alfa lipoico è una sostanza preziosa perchè è un potente antiossidante. La sua unicità è rappresentata dal fatto che a differenza di altri antiossidanti è sia liposolubile che idrosolubile.

Per questo riesce a contrastare molti radicali liberi, intervenendo sia all’interno che all’esterno delle cellule.

Proprietà per la salute e il diabete

L’azione che svolge l’acido alfa lipoico è molto rilevante per la salute dell’organismo. Favorisce la rigenerazione nel corpo di altri antiossidanti, come le vitamine E e C. Inoltre aumenta i livelli di glutatione nelle cellule, un elemento che facilita il processo di trasformazione di zuccheri e grassi in energia.

Per questo l’acido diventa una sostanza fondamentale per chi soffre di diabete o patologie connesse. Interviene in modo positivo sull’assimilazione degli zuccheri, potenziando l’effetto dell’insulina e tenendo di conseguenza sotto controllo i livelli di glicemia.

Leggi anche "quali sono le cause del diabete"

Dove si trova l’acido

Si tratta di un acido grasso che il corpo produce attraverso l’alimentazione. È una sostanza che si ingerisce assumendo ad esempio broccoli, spinaci, manzo, lievito di birra, insalata, cavoli, pomodori, piselli e riso integrale.

Nonostante la quantità di acido contenuto in questi alimenti, la biodisponibilità non è comunque molto alta.

Le controindicazioni

Se viene preso come integratore, è meglio assumerlo lontano dai pasti, per favorire l’assorbimento intestinale che altrimenti sarebbe inferiore. In particolare se viene consumato da qualcuno affetto da diabete che prende l’insulina, bisogna fare particolare attenzione all’acido alfa lipoico.

La riduzione dei livelli di zucchero nel sangue indotta dalla sostanza potrebbe provocare delle crisi ipoglicemiche nel diabetico.

Leggi anche "cibi da evitare per il diabete"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *