Viola Pasqualini

Alimentazione mucche da latte

Alimentazione mucche da latte

Con cosa nutrire una vacca per la produzione di latte

11 Luglio 2017 15.27

Like me!

L’attuale richiesta piuttosto incessante di latte e latticini costringe gli allevatori ad utilizzare tutti i mezzi leciti della zootecnia per ottenere alte prestazioni dai loro animali. S

ebbene le mucche da latte vengano ormai selezionate con una predilezione per i soggetti più produttivi è anche vero che se questi animali non vengono allevati e alimentati correttamente la quantità e qualità del loro latte non sarà all’altezza delle aspettative.

Gli errori alimentari sulla salute e la produttività si ripercuoto quindi sull’economia aziendale.

Una buona produttività

Premessa fondamentale per un allevamento redditizio sono due fattori: la spiccata produzione e l’elevata fertilità. Queste esigenze sono compatibili solo quando le bovine vengono alimentate con diete bilanciate corrispondenti al loro potenziale genetico; l’animale infatti utilizza le sostanze nutritive della razione:

  • per il mantenimento delle funzioni fisiologiche essenziali
  • per la produzione del latte
  • per l’attività riproduttiva.

Considerando quindi questi tre punti fondamentali, bisognerà stabilire quali parametri seguire per costituire la razione alimentare:

  • Fabbisogni energetici
  • Fabbisogni proteici
  • Fabbisogni di vitamine espressi
  •  Sali minerali  espressi
  • Fabbisogni di sostanza secca, cioè il giusto volume della razione
     

Da cosa è composta l’alimentazione bovina

Circa l'85% della dieta dei bovini deriva da risorse foraggiere e cerealicole prodotte in azienda. Il resto è costituito da fonti proteiche vegetali, prevalentemente panelli di soia o colza (ottenuti successivamente all'estrazione dell'olio da questi semi), minerali e vitamine. Tra le risorse foraggiere, il granoturco da foraggio permette agli allevatori di avere scorte garantite e nel contempo incrementare il livello energetico delle razioni.

La rispettiva proporzione di questi diversi alimenti (erba, foraggio, cereali, panelli), varia a seconda dell'età dell'animale, del tipo e della regione di produzione.

Parlando di alimentazione bisogna sempre ricordarsi dell’importanza dell'acqua: un bovino adulto beve da 30 a 50 litri d'acqua al giorno a seconda soprattutto della temperatura esterna e dell'alimentazione che riceve. Infine è bene ricordare che è vietato per tutti gli erbivori l'impiego di farine animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *