Cellule epiteliali cosa sono

Cosa è una cellula epiteliale, che forma e dimensione ha e in quali tessuti è possibile ritrovarla

23 Gennaio 2019 09.00
Like me!

L’essere umano, come tutto il regno vivente, è composto da cellule che costantemente si rinnovano, si moltiplicano e formano un insieme di tessuti e organi. 

La cellula, infatti, è la prima unità vivente classificabile che origina un organismo, ed è possibile distinguerla in diverse forme e dimensioni in relazione al luogo di nascita.

Leggi anche "Dove avviene la respirazione cellulare"

L’etimologia

L’epitelio, che dal greco epithelium sta a significare “sopra”, è quel tessuto rivestito dalle cellule epiteliali a stretto contatto tra loro che danno origine ad uno o più strati corporei sovrapposti rivestendo l'organismo sia esternamente, che internamente.

La definizione

La definizione di cellula epiteliale, si riconduce alle cellule di tutti gli organismi vertebrati con la loro formazione dell’epidermide composta da un tessuto cellulare pavimentoso e stratificato.

Le cellule epiteliali tuttavia, non si trovano solamente nei tessuti “esterni”, ma bensì in diversi organi importanti come il cuore, i polmoni e nei diversi apparati come quello intestinale, riproduttivo e più in generale, nella parte interna dell’organismo composta da mucose.

La forma

Le cellule epiteliali hanno una forma allungata e appiattita che risente della pressione delle altre cellule che rivestono il tessuto.

Queste cellule sono molto strette tra loro proprio per svolgere una funzione protettiva di rivestimento solido, ma allo stesso tempo flessibile per far sì che i tessuti resistano quanto più a urti ed attacchi di agenti esterni.

Le cellule epiteliali nelle analisi delle urine

Le analisi delle urine possono evidenziare lo stato delle cellule epiteliali a seconda della loro presenza più o meno elevata.

È possibile riscontrare un valore alterato di queste cellule per via di diversi fattori che non devo immediatamente allarmare, ma che devono essere prese sotto esame da un medico specialista.

Ad esempio, un valore delle cellule epiteliali delle urine alterato potrebbe stare a significare un valore fisiologico di ricambio cellulare, specialmente negli organi come la vescica.

Altra condizione di alterazione si può trovare in fenomeni infiammatori dovuti a batteri o virus che è possibile individuare attraverso analisi più specifiche come l’urinocoltura.

Vi è da dire che un esame più approfondito è sempre opportuno di fronte a valori largamente alterati e che un’analisi medica deve essere sempre lo step successivo per un controllo di accertamento diagnostico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *