Redazione

Cibi da evitare in caso di colite spastica

Cibi da evitare in caso di colite spastica

Alcuni consigli alimentari per chi soffre di questo problema.La colite spastica è nota anche come sindrome del colon irritabile ed è, nella maggior parte dei casi, un problema di motilità dell’intestino che può dare gonfiore, crampi, stipsi o diarrea. L’alimentazione è un buon modo per …

14 Gennaio 2016 09.15

Like me!

Alcuni consigli alimentari per chi soffre di questo problema.

La colite spastica è nota anche come sindrome del colon irritabile ed è, nella maggior parte dei casi, un problema di motilità dell’intestino che può dare gonfiore, crampi, stipsi o diarrea. L’alimentazione è un buon modo per star meglio, vediamo come.

Si tratta di un problema spesso riconducibile ad aspetti psicologici ma che può avere, anche se meno di frequente, cause di tipo fisico. Spesso la colite spastica si verifica in seguito ad episodi di ansia o nervosismo ed è associata ad una cattiva digestione ed all’acidità di stomaco. Anche se le cause non riguardano problemi alimentari ed in commercio esistano farmaci adatti, è possibile tenerla sotto controllo con una dieta corretta. Un primo passo è procedere con una dieta ad eliminazione, per escludere eventuali intolleranze alimentari e fare un esame delle feci per escludere infezioni intestinali. In seguito è necessario vedere, sempre andando per esclusione, quali sono gli alimenti che peggiorano i sintomi della colite. La reazione agli alimenti, infatti, è più soggettiva di quanto si possa pensare.

Attenzione alle fibre: un consumo eccessivo può peggiorare la situazione aumentando gli spasmi, i gas intestinali ed aumentare il dolore.
Per questa ragione è bene ridurre al minimo vegetali come carciofi, bietole, cavoli, topinambur e rape. Peperoni e cetrioli vanno limitati, mentre sono consentiti patate, zucchine, sedano, zucca. Sì anche a condimenti come basilico, timo, rosmarino e cannella. Vietati caffè, cioccolata, the, bibite gassate, dolci farciti, aglio, ceci e carni grasse.
La frutta va consumata lontano dai pasti e non deve mai essere acerba. Pesche, pere e prugne sono da evitare.
Il latte è un alimento che può dare qualche fastidio già in condizioni normali ed è sconsigliato in casi di solite. Permessi yoghurt e kefir, mentre sono da evitare i formaggi stagionati. La reazione ai latticini, comunque, è molto soggettiva e potrebbe essere necessario eliminarli del tutto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *