Redazione

Come capire se il gatto ha la febbre

Come capire se il gatto ha la febbre

I sintomi per capire se il proprio gatto ha la febbreCome gli esseri umani, anche i gatti si ammalano e la febbre è una malattia in comune fra loro. La temperatura corporea però è differente, perché quella normale dei gatti varia dai 38°C ai 39°C  e la febbre giunge quando la temperatur…

11 Giugno 2015 16.55

Like me!

I sintomi per capire se il proprio gatto ha la febbre

Come gli esseri umani, anche i gatti si ammalano e la febbre è una malattia in comune fra loro. La temperatura corporea però è differente, perché quella normale dei gatti varia dai 38°C ai 39°C  e la febbre giunge quando la temperatura è superiore ai 39.11°C.

Negli umani per capire se hanno la febbre, basta porre una mano sulla fronte dell’ammalato; si può capire invece quando il gatto non sta bene se il suo naso è caldo e secco,oppure esaminando il loro corpo (va palpato e strofinato leggermente per poter vedere se vi è la presenza di lesioni come fratture ossee, ascessi o infezioni).

I sintomi

In alcune occasioni la febbre può essere una normale difesa immunitaria e rallenta la crescita di batteri e virus. Bisogna però prestare attenzione ad alcuni sintomi come: la perdita dell’appetito, l’abbattimento fisico, la ridotta assunzione di liquidi, la poca pulizia del mantello, la respirazione rapida, i brividi, il battito cardiaco accelerato, il vomito e la diarrea.

Come misurare la febbre

Per misurare la presenza degli stati febbrili ,si possono utilizzare qualsiasi tipo di termometro (quello rettale pediatrico, il termometro digitale o il termometro a mercurio). Prima di procedere con la misurazione, occorre avere a portata di mano, oltre al termometro, un lubrificante per il termometro come la vasellina, alcool e un tovagliolo o un fazzoletto per pulire il termometro al termine dell’operazione e un bocconcino per premiare il gatto a misurazione completata (se non ha vomitato).

Cosa fare se il gatto ha la febbre

Se il gatto dovesse presentare delle linee di febbre, bisogna tenerlo in una stanza fresca con a portata di mano una ciotola con acqua fresca in modo da evitare la disidratazione dell’animale.

Nel caso in cui la febbre sia troppo alta, ovvero superiore ai 41.11°C, è necessario contattare il veterinario, e sarà lui a prescrivervi degli antibiotici corretti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *