Marzia Colla

Come curare i gerani dopo l'inverno

Come curare i gerani dopo l’inverno

Semplici istruzioni per la cura dei gerani dopo la stagione invernale

13 Marzo 2019 08.00

Like me!

La pianta del geranio deve essere sistemata e curata appena le temperature diventano miti e quindi subito dopo la fine del periodo invernale.

Cura dei gerani

Quando comincia la stagione primaverile e le temperature notturne si alzano si può già iniziare a riportare i gerani sul balcone previa accurata pulizia e apporto di nuovo terriccio. 

Leggi anche: Gerani come conservarli in inverno

Come fare 

La fine dell'inverno rappresenta per i gerani l'inizio della nuova stagione, di conseguenza è bene togliere prima di tutto i teli di riparo contro le intemperie e i rigori invernali, e assicurare alle piante un buon risveglio e una buona fioritura

Per saperne di più: Gerani come curarli

Per ottenere questo risultato bisogna eseguire una serie di accortezze che si possono riassumere in questo modo: 

  • Rinnovare completamente il terriccio utilizzando quello universale piuttosto leggero e fresco oltre a torba e sabbia.
  • Potare leggermente togliendo i rami più vecchi per favorire i nuovi getti.
  • Togliere anche le parti secche e steli rotti.
  • Tagliare una parte dei rami.
  • Cambiare il vaso travasando Il geranio in un contenitore più grande per offrire più spazio alla pianta.
  • Sistemare sul fondo uno strato di argilla per aiutare il drenaggio dell'acqua in eccesso.
  • Concimare con una percentuale alta di potassio oltre a fosforo e azoto per aiutare la fioritura.
  • Da adesso in poi l'innaffiatura dovrà essere minima ossia una volta alla settimana.
  • Fino al 15 di marzo si consiglia di posizionare i vasi di gerani alla luce del sole tenendoli al riparo dalle intemperie dato che è ancora possibile il verificarsi di gelate, vento e pioggia.
  • Da marzo in poi mantenere il terriccio solo umido perché il geranio sopporta la siccità ma non l'umidità esagerata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *