Redazione

Come imbiancare una stanza

Come imbiancare una stanza

Ritinteggiare da soli la stanza con pochi e semplici passaggiSe si ha intenzione di tinteggiare da soli una o più stanze della propria abitazione e non si ha la minima idea di come iniziare, bisogna sapere che, in realtà, è molto più facile di quanto si possa pensare: con pochi semplici...

26 Gennaio 2015 10.13

Like me!

Ritinteggiare da soli la stanza con pochi e semplici passaggi

Se si ha intenzione di tinteggiare da soli una o più stanze della propria abitazione e non si ha la minima idea di come iniziare, bisogna sapere che, in realtà, è molto più facile di quanto si possa pensare: con pochi semplici passaggi il lavoro sarà completato.

  1. Usare gli strumenti giusti: improvvisare è la peggiore scelta che si possa fare nei lavori fai-da-te. Per cui è caldamente consigliato procurarsi gli strumenti adeguati prima di iniziare, perché non c’è niente di peggio che dover sospendere il lavoro per andare a recuperare in fretta e furia un pennello o un secchio di pittura, perdendo così del tempo prezioso.
  2. Bisogna poi togliere tutti gli oggetti che si possono rimuovere (quadri, mobili, divani, ecc.) e ricoprire strategicamente con della carta di giornale, dei teli di plastica o dei vecchi lenzuoli il pavimento e tutto ciò che invece fa parte dell’arredo fisso.
  3.  Coprire le placche della corrente.
  4. Rimuovere le placche degli interruttori della luce e dalle prese di corrente e ricoprirli con del nastro isolante.
  5. Rivestire i bordi delle finestre con lo scotch di carta.
  6. Togliere le tende e ricoprire con dello scotch di carta tutti i bordi delle finestre.
  7.  Approfittare dell’occasione per stendere lo stucco nei punti dove, per esempio, precedentemente c’erano i buchi dei quadri (nel caso si volesse cambiare la loro disposizione), oppure dove il muro si è leggermente sbrecciato andando a creare delle fessure.
  8. Pulire la zona da tinteggiare e togliere accuratamente ogni possibile residuo di polvere e ogni eventuale ragnatela.
  9. Mescolare bene il colore all’interno del secchio aiutandosi con un bastone di legno.
  10. Iniziare la tinteggiatura dal soffitto utilizzando il rullo, facendosi aiutare o da una prolunga o da una scala, per poi passare alle pareti.
  11. Tinteggiare sempre piccole porzioni di superficie muraria, una alla volta. Generalmente una o due mani di pittura non bastano, il più delle volte è necessario arrivare alla terza per ottenere un lavoro omogeneo e a regola d’arte.
  12. A lavoro ultimato, e dopo avere aspettato almeno mezza giornata (se non una intera, soprattutto se si è particolarmente sensibili agli odori delle vernici), si possono rimuovere le varie protezioni (teli, lenzuola e scotch) per poter iniziare a sistemare la stanza, ormai come nuova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *