Redazione

Semplici regole per investire in borsa

Semplici regole per investire in borsa

17 Giugno 2019 11.00
Like me!

Cosa significa investire in borsa? E perché può essere utile farlo? Prima di spiegare delle semplici regole, che possono tornare utili a tutti gli aspiranti trader e non, spieghiamo innanzitutto cosa significa “investire in borsa”. 

Investire in borsa significa investire il proprio denaro in strumenti finanziari particolari, detti “azioni”. Le azioni sono una quota che fanno parte delle società per azione ed rappresentano il capitale di quella società. Possedere delle azioni fa di te un socio di quella società. Chiunque possegga delle azioni di quella società, fa in modo che a fine anno ottenga una parte del ricavato dall’azienda, in base al numero di azioni che si posseggono. Più azioni si posseggono e, nell’eventualità l’annata sia stata positiva, più soldi si guadagneranno.

Inoltre, chi possiede abbastanza azioni, ha il diritto di partecipare alle assemblee che eleggono il consiglio di amministrazione, ovvero coloro che gestiscono i bilanci della società. Per poter prendere parte ai consigli di amministrazione delle società, tuttavia, sono necessari investimenti dell’ordine delle centinaia di milioni di euro.

Da cosa dipende il valore di un’azione?

Per prima cosa dipende dall’andamento dell’azienda nel proprio settore di competenza, ma influisce molto anche le previsioni che si hanno su quella società. Per esempio, una società appena fondata, con grandi idee nel settore tecnologico, potrebbe avere delle quotazioni molto basse proprio perché non ha storia alle spalle. Quindi l’azione dipende molto dalle aspettative che si hanno su quell’azienda.

Per informarsi sull’andamento di un’azienda, si possono seguire tranquillamente gli indici di borsa. Un indice di borsa non è altro che la media pesata del prezzo di alcuni titoli selezionati. Potrebbero essere solo i titoli maggiori o potrebbero essere tutti i titoli. Tra gli indici più famosi abbiamo di sicuro il Dow Jones, che rappresenta il valore maggiore dei titoli quotati alla borsa di New York! Ma fatta questa breve premessa, passiamo a quello che ci interessa veramente, ovvero a come investire in Borsa.

Le regole base per investire in borsa

La cosa più semplice da fare per investire in questo settore, è sicuramente quella di acquistare un’azione. Ovviamente questo comporta dei pregi e dei difetti, perché se l’azione perde valore, inevitabilmente si perderà denaro.

Ma come si può evitare una cosa del genere? Per fare questa cosa, bisogna ricorrere a determinati strumenti derivati. Gli strumenti derivati non sono nient’altro che un titolo finanziario che dipende da un altro titolo, detto sottostante.

Nel caso delle azioni, conviene sempre investire su un derivato perché si guadagna sia quando un titolo sale o scende. La cosa migliore da fare è investire nei CFD, che sono uno strumento derivato molto semplice, infatti il loro prezzo replica esattamente quello dell’azione.

Se l’azione sale, anche il CDF sale ma il vantaggio è che il trader può chiudere l’attività in qualunque momento. Quindi bisogna iniziare a studiare il mercato finanziario, cercando di capire quali sono le aziende più in crescita e quelle non.  Fra le varie cosa da tenere a mente se si vuole investire in borsa, e se si vuole imparare a conoscere il mondo del mercato finanziario, bisogna scegliere una piattaforma di trading online affidabile.

Ce ne sono di numerose sparse per il web, ma quelle più affidabili sono: 24Option, famosa per mettere a disposizione dei broker professionisti che guidano gli aspiranti trader nelle loro azioni, eToro, completamente gratuita e che mette a disposizione una piattaforma demo per chi vuole iniziare in questo ambito. Il vantaggio di queste due è che sono completamente gratuite e permettono di svolgere tutto comodamente da casa.

In generale la cosa necessaria è far riferimento a piattaforme certificate dagli enti competenti: la ESMA europea, la Cysec cipriota o la Consob italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA