Redazione

Cosa fare dopo il diploma di geometra

Cosa fare dopo il diploma di geometra

Scegliere la strada giusta dopo il diploma è il segreto del successoCosa fare dopo il diploma di geometra? Una domanda che molti studenti si pongono una volta arrivati all’ultimo step del percorso delle scuole superiori o anche prima che l’iter di studi sia finito.Essere consapevoli del…

19 Giugno 2015 15.03

Like me!

Scegliere la strada giusta dopo il diploma è il segreto del successo

Cosa fare dopo il diploma di geometra? Una domanda che molti studenti si pongono una volta arrivati all’ultimo step del percorso delle scuole superiori o anche prima che l’iter di studi sia finito.

Essere consapevoli della strada da intraprendere è una delle cose fondamentali che andrà a segnare la scelta di quello che potrebbe essere il nostro futuro in questo ambito   e avere un quadro generale completo delle varie possibilità non può che fare da apripista per le diverse ambizioni dei neodiplomati.

Iniziare la carriera di geometra subito dopo il diploma

Questa è la risposta più immediata. A differenza di altre tipologie di studi superiori, il geometra dà la possibilità di iniziare subito a immettersi nel mondo lavorativo delle libere professioni.

Lavorare come geometra libero professionista significa riuscire a farsi notare attraverso il proprio know how. Se si sceglie di intraprendere questo percorso le strade sono 2: lavorare in campo edile o topografico, ma anche partecipare a concorsi pubblici.

Iscriversi all’albo professionale dei geometri

Ciò significa superare l’esame di ammissione e avere un’abilitazione professionale che è valida sia su tutto il territorio nazionale che nei paesi membri dell’Unione Europea.

Iniziando la professione del geometra sarà d’obbligo un po’ di gavetta presso qualche ditta edile, ma crescendo professionalmente si potrà aspirare a progetti via via sempre più grandi.

Scegliere l’università dopo il diploma di geometra

Questo può offrire un’ampia gamma di specializzazioni ed una maggiore specificità del proprio lavoro. Se si è particolarmente appassionati di questo lavoro e la propria ambizione è molto alta, l’università potrebbe offrire lo sbocco migliore.

Indubbiamente le facoltà più adatte agli studi di geometra saranno Architettura e Ingegneria. Quest’ultima, inoltre offre la possibilità di scegliere tra ingegneria civile (più indicata per progetti di strutture pesanti, come ad esempio viadotti ) o edile (che, invece, comprende tutto ciò che è edificabile).

Indipendentemente dalla scelta bisogna puntare sulle proprie propensioni

Capire qual è la strada migliore, vagliare bene e ponderare su quali sono le proprie reali esigenze e se è meglio o meno proseguire negli studi o gettarsi a capofitto nella libera professione. Queste sono le varie possibilità, ma l’ultima parola spetta alla realizzazione di quello che è il proprio desiderio professionale una volta conseguito il diploma di geometra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *