Cosa sono le ragadi alle mani

Cause, rimedi e prevenzione delle ragadi alle mani

28 Dicembre 2018 11.23
Like me!

Le ragadi sono delle lesioni che possono colpire la pelle o le mucose e, come i geloni, si presentano soprattutto nei periodi freddi e sulle parti del corpo più usate e sensibili agli sbalzi termici, come ad esempio le mani.

Questo problema non è troppo grave ma può dare molto fastidio e a volte anche dolore, generando al tempo stesso sgradevoli effetti antiestetici, dunque è meglio prevenirlo nel modo migliore.

Come si formano le ragadi alle mani

Con il freddo e l’usura la pelle può facilmente diventare secca, specie ad età avanzate, così le parti più esposte, in particolare le mani, si iniziano a riempire di linee sottili e rughe, che poi si aprono, creando delle piccole piaghe.

Ciò può dipendere non solo dalla temperatura, che rimane il fattore più rilevante, ma anche dall’umidità, dall’utilizzo di prodotti irritanti, dalla ritenzione idrica o dalla frequente immersione in acqua. In queste situazioni la pelle perde troppa acqua e lipidi, irrigidendosi e screpolandosi.

Sintomi e cura delle ragadi alle mani

La pelle secca è un problema molto comune, ma quando diventa persistente, bisogna premunirsi e prendere delle precauzioni. Il tessuto epiteliale comincia ad essere frequentemente disidratato, irritato o infiammato e al tatto risulta ruvido e squamoso, provocando a volte prurito.

Nei casi più gravi si riscontrano persino degli intensi arrossamenti e, in caso di non curanza, le piccole screpolature possono diventare ferite con perdita di sangue. In queste situazioni la cura e il recupero possono richiedere anche settimane, creando parecchi disagi ai soggetti interessati.

Se le ragadi sono prese e trattate con sufficiente anticipo, la pelle secca risponde perfettamente anche ai rimedi di automedicazioni più semplici e basilari. Basta proteggere meglio dal freddo e dall’acqua le parti indolenzite, utilizzare idratanti e non fare bagni prolungati o comunque non rimanere eccessivamente bagnati.

Nelle situazioni più avanzate possono essere prescritte creme più specifiche a base di acido lattico. Se si presentano psoriasi o ittiosi, possono essere consigliati trattamenti particolari a base di cortisonici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *