Severini

Dov'è nata Rihanna

Dov’è nata Rihanna

La storia e le origini della cantante sudamericana

26 Dicembre 2018 09.45

Like me!

Rihanna ha debuttato nell’ormai lontano 2005 e, in meno di 15 anni, è diventata una delle cantanti più apprezzate ed amate di tutto il mondo. Il suo stile incontra perfettamente il gusto dei fan e naturalmente la sua vocalità e la sua presenza scenica le permettono di avere un successo ancora più ampio.

Oggi ogni pezzo della cantante sudamericana è un vero e proprio successo, ma la giovane cantante si è costruita da sola la propria fama, partendo da origini umili.

La storia di Rihanna

Rihanna è nata nel paradiso caraibico delle Barbados, a Bridgetown, il 20 febbraio del 1988, dal magazziniere afro-barbadiano Ronald Fenty e Monica Braithwaite, originaria del Guyana.

L’infanzia della ragazza è stata segnata dai problemi familiari e dalla dipendenza da cocaina del padre, che ha portato alla separazione dei genitori, quando Rihanna aveva appena 14 anni.

Sin da piccola la cantante ha dovuto subire atti di bullismo per il suo colorito più chiaro rispetto ai compagni, ma Rihanna ha trovato nella musica la forza di superare questi abusi: ha iniziato a cantare a sette anni ascoltando musica reggae, poi a quindici anni ha formato un trio musicale con due compagne di classe.

Nel 2003 il giovane gruppo è stato presentato al celebre produttore Evan Rogers, in vacanza in quella zona.

L’incontro con Evan è stato il vero inizio della carriera di Rihanna, perché l’anno successivo la cantante si è trasferita con sua madre in Connecticut e, con l’aiuto del produttore, ha inciso quattro canzoni tra cover e inediti, inviandole ad alcune celebri case discografiche.

Tra le risposte arrivate, la più importante è stata indubbiamente quella della Def Jam Recordings, che ha offerto all’adolescente un contratto per la produzione di sei album.

Attualmente Rihanna ha realizzato otto album e ha venduto in tutto più di 60 milioni di album, diventando la terza artista statunitense ad avere avuto più hit al numero uno della classifica nazionale, più di Michael Jackson, di Mariah Carey o dei Beatles.

Tra i riconoscimenti conferitili, oltre ai nove Grammy Awards e ai tredici American Music Awards, ha ottenuto l’Icon Award e il Fashione Icon Award nel 2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *