Marzia Colla

IQOS Bluetooth a cosa serve

La sigaretta elettronica IQOS ha pure il Bluetooth, ma a quale utilizzo si riferisce?

20 Dicembre 2018 09.02

Like me!

Con la sigaretta elettronica si evita di fumare le sigarette vere e proprie (foto di copertina di Sarah Johnson).

Quindi, è un modo alternativo al fumo, molto valido per ridurre la dipendenza. Si, perché anche il tabacco diventa con il tempo un vizio difficile da eliminare.

Leggi anche: Sigaretta elettronica quale comprare

La sigaretta IQOS 

Creata da Philip Morris International, IQOS è una sigaretta elettronica davvero rivoluzionaria, dato che non produce cenere e nemmeno fumo! Viene venduta in un kit facile da assemblare, infatti sarà sufficiente per la carica inserire la sigaretta nel caricatore e premere l'accensione.

Il dispositivo sarà pronto all’uso nel momento in cui le luci non lampeggeranno più, di conseguenza bisogna togliere IQOS dal caricatore. Ora introdurre lo stick fino alla linea e premere il tasto aspettando che la luce verde sia fissa.

IQOS si scalda in 20 secondi tenendo premuto l'apposito tasto di riscaldamento.

Per fare la manutenzione del dispositivo spegnerlo e togliere il cappuccio. Per la pulizia usare spazzola e bastoncini in dotazione.

Ti potrebbe interessare anche: I segreti della sigaretta elettronica

Il Bluetooth di IQOS

IQOS può essere collegata all’app sul proprio telefonino Android. Basta premere il tasto Bluetooth presente sul caricatore per 3 secondi. Una luce blu lampeggerà per 30 secondi per indicare che sta per collegarsi. Subito dopo la stessa luce resterà fissa per 3 secondi perché il dispositivo si è collegato con successo. 

Per scollegarlo premere il tasto Bluetooth per 6 secondi. 

Invece per verificare se il Bluetooth si è collegato premere il pulsante leggermente.

La sigaretta elettronica iQOS fa raccogliere i dati sulle abitudini dei fumatori. Contiene infatti un software che mappa la  clientela basandosi sul numero degli sbuffi e sul consumo giornaliero. Per tutto questo sarà sufficiente la registrazione presso l’azienda che non ha scopi di marketing.

È un software vero e proprio quello contenuto all'interno della sigaretta, come se fosse una ricetrasmittente che memorizza i dati e li trasmette alla Philip Morris.

Alla fine, con IQOS si usa un prodotto meno dannoso, che limita il rischio delle malattie da fumo e tabacco ed è un aiuto concreto per smettere di fumare.

Leggi anche: Dove si può fumare la sigaretta elettronica

Connettività IQOS

Grazie alla connettività IQOS ci si registra e si ottiene lo sconto per acquistare il dispositivo.

Per quel che riguarda il Bluetooth, serve agli utenti-clienti per non dimenticare quando va pulito il dispositivo e quando ordinare le varie ricariche in tempo utile, cioè prima che finiscano del tutto.

Inoltre, la sigaretta elettronica della Philip Morris viene collegata ad un'applicazione che spiega come adattarsi più facilmente e velocemente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *