Ogni quanto si fanno le Olimpiadi

Quanto tempo passa tra un'edizione e l'altra delle Olimpiadi?Le Olimpiadi sono uno di quegli eventi che mettono d'accordo tutti: da quando l'ultimo tedoforo accende il braciere olimpico, sia gli appassionati più sfegatati che i tifosi occasionali si ritrovano davanti alla televisione an...

16 Agosto 2016 07.25
Like me!

Quanto tempo passa tra un’edizione e l’altra delle Olimpiadi?

Le Olimpiadi sono uno di quegli eventi che mettono d’accordo tutti: da quando l’ultimo tedoforo accende il braciere olimpico, sia gli appassionati più sfegatati che i tifosi occasionali si ritrovano davanti alla televisione anche agli orari più assurdi per osannare gli atleti che rappresentano il loro Paese. Non tutti però sanno ogni quanto si fanno le Olimpiadi.

Le Olimpiadi si disputano ogni quattro anni

In realtà il nome più corretto della manifestazione è Giochi Olimpici, visto che il termine Olimpiade indica solo il lasso di tempo che intercorre tra un’edizione dei Giochi e l’altra. Un’Olimpiade dura quattro anni, quindi i Giochi vengono disputati proprio ogni quattro anni. A dire il vero con l’introduzione dei Giochi Invernali l’intervallo tra una manifestazione olimpica e l’altra di fatto è stato ridotto a due anni.

L’intervallo di quattro anni tra un’edizione e l’altra delle Olimpiadi non è certo una novità: fin dai tempi dell’antica Grecia venne stabilito questo arco di tempo. La storia dei Giochi ha origini lontanissime, i primi infatti furono disputati nel 776 avanti Cristo in Grecia; ovviamente non c’erano gare di ogni disciplina, ma solo una corsa, ma con il passare del tempo si aggiunsero altri sport come lotta, pugilato e altri.

Nati come manifestazione locale, i Giochi Olimpici raggiunsero tra il sesto e il quinto secolo avanti Cristo la loro massima popolarità: erano così importanti che nei cinque giorni in cui si svolgevano le gare tutti i conflitti in Grecia dovevano fermarsi per la cosiddetta Tregua Olimpica. Era rilevante anche l’aspetto religioso, visto che la manifestazione era dedicata a Zeus. Potevano parteciparvi solo i greci liberi.

La rinascita dei Giochi Olimpici dell’era moderna

Con la crescita del potere di Roma in Grecia e con l’arrivo del Cristianesimo le Olimpiadi divennero sempre meno importanti, fino ad essere bloccate nel 393 dopo Cristo. I Giochi Olimpici tornarono alla ribalta grazie al barone De Coubertin: la prima edizione dell’era moderna si disputò nel 1896 proprio in Grecia, ad Atene e il neonato Comitato Olimpico Internazionale decise i mantenere invariato l’intervallo di quattro anni tra una manifestazione e l’altra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *