Chiara Lazzarotto

Perchè si chiama Casapound

Perchè si chiama Casapound

Casapound, oggi un movimento politico di strema destra, che ha preso ispirazione da Ezra Pound, poeta, economista, saggista.

29 Novembre 2018 09.08

Like me!

Casapound è un partito politico italiano che si presenta con una forte matrice neofascista e popolista. Nata nel 2008 come APS (associazione di promozione sociale) a seguito dell'occupazione dello stabile abusivo avvenuta a fine 2003 nel rione Esquilino di Roma e che  oggi tutti conoscono come Casapound, il primo centro sociale di evidente ispirazione fascista.

A seguito della costituzione di Casapound e grazie ad occupazioni ed iniziative della stessa, prima nella capitale ed in seguito su tutto il territorio nazionale, Casapound viene presto vista come un vero movimento politico.

Leggi anche "Cos'è Casapound"

Da chi prende il nome Casapound

Il nome Casapound deriva da Ezra Pound, poeta, economista, saggista, agitatore culturale, traduttore e uomo libero.

Pound nasce nel 1885 nell'Idhao. Da subito si interessa dell'Europa e dell'America più rurale. Studente universitario all'Università di arte e lettere della Pennsylvania studia i classici greci e latini, letteratura inglese e i poeti della Provenza. Sbarca in Europa e arriva a Londra dove trova l'ambiente da sempre desiderato. Entra infatti in stretto legame con T.S. Eliott e James Joyce di cui diviene amico e mecenate. Ama frequentare i salotti letterari e ne fonda altri all'avanguardia.

Con l'arrivo della guerra mondiale Pound sbarca in Italia dove si avvicina al fascismo di Mussolini. Ezra Pound vede nell'Italia e nel fascismo "l'unico paese in Europa dove esistesse una resistenza di una certa solidità contro l'usurocrazia internazionale".

Ma è con lo scoppio della seconda Guerra Mondiale che Pound inizia i suoi famosi radiodiscorsi tenutisi tra il 1941 ed il 1943. Parla di pace, della sua visione e invita gli americani a non muovere guerra contro l'Italia.

Forte sostenitore del fascismo repubblicano, a fine guerra viene prelevato da alcuni partigiani che lo consegnano agli americani. Fatto prigioniero, a seguito di un malore viene internato in un ospedale psichiatrico per 13 anni.

Torna in libertà nel 1958 e arriva a Venezia dove muore il 1 Novembre 1972.

Leggi anche "Casapound, viaggio nella Roma nera"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *