Redazione

Quando coltivare i pomodori

Quando coltivare i pomodori

Il momento migliore per seminare i pomodori Il pomodoro è fra gli ortaggi più diffusi, tanto che i molti tentano di coltivarlo. Farlo nascere, in realtà, è facile: è necessario tener presente che i semi non germinano se si trovano ad una temperatura inferiore ai 15 gradi. Coltivarlo, i…

24 Maggio 2016 20.01

Like me!

Il momento migliore per seminare i pomodori

Il pomodoro è fra gli ortaggi più diffusi, tanto che i molti tentano di coltivarlo. Farlo nascere, in realtà, è facile: è necessario tener presente che i semi non germinano se si trovano ad una temperatura inferiore ai 15 gradi. Coltivarlo, invece, è decisamente più complicato: la pianta muore se esposta a temperature prossime allo 0 e fiori e frutti cadono o si rovinano se la temperatura sale oltre i 32 gradi. Il momento migliore per la semina dei pomodori è fra febbraio e marzo, ed è meglio farla in piccoli vasetti. Non è necessario un tipo di terreno specifico per la coltivazione, purché consenta un buon drenaggio: le piante di pomodoro, infatti, temono il ristagno d’acqua. Nel terreno è bene mettere dello stallatico e i residui della coltivazione precedente a circa 25 cm di profondità.
Una volta che le piante avranno raggiunto i 15 cm, saranno pronte per essere travasate. Al momento del travaso sarà opportuno aggiungere del fertilizzante ricco di fosforo o della pollina
È importante che le piante stiano in una posizione assolata e che vengano sostenute con delle canne. Se le foglie dovessero cominciare ad ingiallire sarà possibile aggiungere al terreno del macerato di ortica o dei concini organici a base di alghe. Questi ultimi si sono rivelati particolarmente efficaci perché le sostanze nutritive vengono assorbite molto velocemente.

Il trapianto si fa preparando delle buche large il doppio del pane di terra della piantina a distanza di 40- 60 cm di distanza. Le file devono essere a distanza di 70- 90 cm. In ogni buca andrà messo del concime organico e, una volta interrate, è necessario fare la pacciamatura.
Fare la pacciamatura significa ricoprire il terreno con paglia, fogliame ed altro materiale organico per ridurre l’evaporazione dell’acqua.
In caso di temperature basse è bene ricoprire le piantine di notte e scoprirle di giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *