Gli Usa hanno inserito Huawei nella lista nera del commercio

Per il colosso cinese limitati gli acquisti di componenti da società americane. La replica da Shenzen: «Così rimarranno indietro sul 5G».

16 Maggio 2019 05.25
Like me!

Le attività di Huawei sono un rischio per la sicurezza nazionale e per questo il big cinese e 70 delle sue affiliate sono finite nella 'Entity list' americana, una sorta di lista nera del commercio, che limita per Huawei gli acquisti di componenti da società americane.

SERVE UNA LICENZA PER FARE AFFARI CON HUAWEI

Una mossa questa che – hanno spiegato le autorità americane – rende difficile per Huawei vendere i suoi prodotti, vista la loro dipendenza da componenti americane e che impone alle società americane che vogliono fare affari con Huawei di ottenere una licenza. Tra leaziende fonitrici del gruppo cinese ci sono Intel, Qualcomm, Micron, Seagate, Western Digital e Broadcom.

«GLI USA RIMARRANNO INDIETRO SULLO SVILUPPO DEL 5G»

Il divieto di operare negli Usa finirà per danneggiare imprese e consumatori frenando gli sforzi per sviluppare il 5G, ha replicato l'azienda cinese . «Limitare Huawei non renderà gli Usa più sicuri o più forti, ma servirà solo a limitare gli Usa ad alternative inferiori, ma più costose, lasciando in ritardo il Paese oltre a creare altre gravi questioni legali». «Siamo pronti è desiderosi di misurarci con il governo americano su effettive misure per assicurare la sicurezza dei prodotti», si legge in una nota della compagnia cinese di Shenzhen.

«DA WASHINGTON ABUSI SULLA SICUREZZA NAZIONALE»

Il portavoce del ministero del Commercio Gao Feng ha fatto sapere che la Cina «si oppone con forza alla imposizione unilaterale di sanzioni», spiegando anche che gli Stati Uniti dovrebbero evitare di peggiorare ulteriormente le relazioni bilaterali. «La Cina ha enfatizzato molte volte che il concetto di sicurezza nazionale non dovrebbe essere abusato e non dovrebbe essere utilizzato come uno strumento per il protezionismo commerciale», ha aggiunto Gao.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *