«I droni vi proteggono»

Federica Zoja
06/10/2010

Le rivelazioni dell'ambasciatore pachistano in Usa.

«I droni vi proteggono»

L’intensificarsi degli attacchi aerei americani in Pakistan è finalizzato a stroncare un piano terroristico di Al Qaeda in Europa.
Ad averlo dichiarato alla televisione britannica Bbc in un’intervista poi riportata dal quotidiano britannico Daily Telegraph, in edicola e sul web il 6 ottobre, è stato il rappresentante diplomatico pachistano in America, Hussein Haqqani, facendo riferimento alla regione del Waziristan del Nord, scelta dagli islamisti armati per nascondersi.

Le rivelazioni dei servizi

Haqqani ha rivelato che gli attacchi mirati americani sono stati decisi «a seguito di rivelazioni dei servizi segreti su un piano di attacco rivolto a molteplici obiettivi europei».
Il diplomatico ha quindi messo in relazione l’ondata di incursioni aeree americane con droni, cioè aerei senza pilota, e l’attacco di lunedì 4 ottobre sempre in Waziristan, che ha avuto eco sulla stampa internazionale perché avrebbe causato la morte di otto militanti fra cui cinque tedeschi.
Un dato, quello della nazionalità dei terroristi, che non ha avuto, però, conferme ufficiali. «Penso che l’attività cui stiamo assistendo nel Nord del Waziristan in termini di attacchi» si è limitato a dichiarare Haqqani, «sia legata all’allarme terrorismo di cui abbiamo avuto notizia per svariati obiettivi in Europa».
I raid americani in Pakistan sono aumentati nelle ultime settimane: secondo fonti ufficiali hanno avuto atto ben 24 attacchi a partire dal 3 settembre, con un bilancio totale di 140 vittime.
Fra gli attacchi più significativi c’è quello del 25 settembre, che ha causato la morte del numero uno di Al Qa’ida in Pakistan e Afghanistan, sheikh Fateh Al Masri.

L’Europa nel mirino

Secondo indiscrezioni degli organi di stampa, il piano di aggressione terroristica contro Gran Bretagna, Francia e Germania è stato scoperto dalle autorità quando era ancora a uno stadio iniziale, ha riferito il Telegraph.
Giappone, Svezia, Stati Uniti, Australia e Gran Bretagna hanno messo in guardia i loro concittadini che hanno in programma viaggi in Europa dalla possibilità di attentati.Mentre la  tv americana Fox news, riportando i nomi di funzionari dei servizi, ha affermato che i terroristi hanno una lista di obiettivi in Francia e Germania, inclusi la Tour Eiffel e la cattedrale di Nôtre Dame, a Parigi, le porte di Brandeburgo e la torre della televisione in Alexanderplatz, a Berlino.
«Alcune persone sono state arrestate in passato, interrogatori e altre fonti di informazione hanno rivelato l’esistenza di un piano contro svariati obiettivi europei» ha ribadito più volte Haqqani alla Bbc, senza però entrare nel dettaglio.Poi il diplomatico ha invitato il pubblico a non farsi prendere dal panico, dato che «i servizi europei, pakistani e americani stanno lavorando insieme per contrastare questi piani».