I miei primi 20 anni

Redazione
13/10/2010

di Laura Frigerio Nel 1990 il mondo del pop fu invaso da un’ondata di energia portata da cinque ragazzotti inglesi...

di Laura Frigerio

Nel 1990 il mondo del pop fu invaso da un’ondata di energia portata da cinque ragazzotti inglesi di bell’aspetto, che a suon di melodie orecchiabili e passi di danza, riuscirono a conquistare non solo i cuori delle fanciulle, ma anche le classifiche internazionali. I loro nomi? Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange, Howard Donald e Robbie Williams: “al secolo” Take That.
Stiamo parlando di quella che è stata probabilmente la più importante “boy band” della storia della musica, che però ha avuto (come tutti) un percorso fatto di luci e ombre.
Il primo duro colpo è arrivato nel 1995, quando Robbie Williams decise di lasciare il gruppo per dedicarsi alla carriera solista. Una scelta inevitabile, dati i continui scontri con gli altri e in particolare con Gary Barlow, con il quale si contendeva lo scettro di leader.
Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata e il ragazzotto irrequieto ha avuto la meglio sul serio autore (era Gary, infatti, a comporre la maggior parte dei testi), diventando una pop-star raffinata dai “grandi numeri” tanto da essere inserito (nel 2004) nella UK Music Hall of Fame.
E i Take That? Ogni tanto si riuniscono, anche pubblicamente, ma finora senza Robbie. Pare, infatti, che torneranno a fare qualcosa insieme e un piccolo aperitivo di questo “ritorno di fiamma” ci è dato da Shame, uscito il 26 agosto scorso, brano che vede come special guest niente di meno che Gary Barlow.
Ad accompagnarlo un videoclip (diretto da Vaughan Arnell) liberamente ispirato al film Brokeback Mountain, che racconta la riconciliazione tra due amici sullo sfondo di una America senza tempo. Un’idea sottilmente provocatoria, che non ci sorprende conoscendo la sua voglia di “giocare con il fuoco”.  Shame, come da copione, è diventata una hit e si è dimostrata quindi un perfetto apripista per In and out consciousness – The Greatest Hits 1990-2010, doppia raccolta, uscita sul mercato internazionale il 12 ottobre. All’interno grandi successi e alcune “chicche” inedite, con cui Mr Williams festeggia un traguardo importante, ovvero i suoi primi 20 anni di carriera. A questo punto ci chiediamo, considerando il temperamento di Robbie, se un giorno riuscirà a festeggiare le nozze di cristallo anche con la neo-moglie Ayda Field.