I pm: «Verdini ha mentito su Fusi»

Redazione
12/10/2010

I pubblici ministeri Giuseppina Mione e Giulio Monferini l’avevano ascoltato nello scorso febbraio per capire i suoi rapporti d’affari con...

I pm: «Verdini ha mentito su Fusi»

I pubblici ministeri Giuseppina Mione e Giulio Monferini l’avevano ascoltato nello scorso febbraio per capire i suoi rapporti d’affari con l’imprenditore Riccardo Fusi. E Denis Verdini, coordinatore del Pdl, aveva assicurato che la sua collaborazione con  Fusi si era conclusa  nel 1996. 
Secondo i pm Verdini ha mentito. Le attività economiche comuni non si sarebbero concluse in quell’anno, ma sarebbero proseguite fino ad anni molto più recenti, 2006 o 2007, quando Verdini era già un esponente di spicco del partito di Berlusconi. Secondo l’accusa, infatti, il delfino  berlusconiano avrebbe «raccomandato» Fusi per ottenere lavori milionari per la ricostruzione dell’Aquila.
La novità nelle indagini della procura, è che i due avrebbero gestito insieme una società, attraverso diversi passaggi di quote. Verdini e Fusi verranno interrogati lunedì prossimo proprio all’Aquila, dal sostituto procuratore antimafia Olga Capasso e dal procuratore dell’Aquila Alfredo Rossini.
Durante l’interrogatorio i pm chiederanno conto a Verdini e Fusi dei loro rapporti societari e di alcuni lavori dati in appalto dalla Protezione Civile alla Btp, la società di Fusi, insieme ad alcune ditte abruzzesi. Lavori che sarebbero stati assegnati su “pressione” di Verdini con il coinvolgimento del sottosegretario Gianni Letta e del capo della Protezione civile, Guido Bertolaso.