Il discorso del Re vince ancora

Redazione
31/01/2011

  La strada degli Oscar sembra ormai tracciata: Il discorso del Re si è aggiudicato il premio per il migliore...

Il discorso del Re vince ancora

 

La strada degli Oscar sembra ormai tracciata: Il discorso del Re si è aggiudicato il premio per il migliore ensemble di attori ai Sag Awards, l’ultimo dei premi importanti prima della notte degli Oscar. Colin Firth è il migliore attore protagonista per la sua interpretazione di Re Giorgio VI, che accetta con riluttanza la monarchia dopo l’abdicazione di Edoardo VIII e che per superare i problemi di balbuzie si affida a un determinato e non convenzionale terapista.
Alla 17esima edizione dei premi organizzati dal sindacato degli attori è andato assai bene anche The Fighter, dramma sul mondo del pugilato che si è aggiudicato i due premi per i migliori attori non protagonisti, Melissa Leo e Christian Bale. Dopo aver vinto il Golden Globe, Natalie Portman per Black Swan ha conquistato la statuetta per la migliore attrice protagonista. 
Premiato ai Sag Award anche il piccolo schermo. Migliore squadra di attori in una serie drammatica è quella di Boardwalk Empire, la serie sul proibizionismo che ha visto premiato anche il suo protagonista, Steve Buscemi come migliore attore drammatico. Il corrispettivo femminile è andato a Julianna Margulies, per The Good Wife. Fra le commedie il migliore insieme di attori è quello di Modern Family, già premiato agli Emmy, migliore attore è Alec Baldwin per 30 Rock, migliore attrice la sorpresa e ironica 89enne Betty White per Hot in Cleveland.
Dopo Golden Globes e Sag Awards, il pronostico per gli Oscar è tracciato. Il discorso del re, forte di dodici nomination, è il favorito. Oltretutto il regista del film, Tom Hooper è stato premiato per il suo lavoro anche dal Dga, il premio istituito dal sindacato dei registi.