Alessio Viola

Il nostro Macron è il rapper Ghali

Il nostro Macron è il rapper Ghali

20 Giugno 2017 11.09
Like me!

Da qualche mese qualsiasi cosa si voti in Francia vince Macron. Da noi è tornato Prodi, invece. Pare per fare da collante a sinistra. («Rialziamoci che si sta rialzando la canzone popolare»). In questi giorni così appiccicosi e appiccicati ho trovato il mio personalissimo Macron musicale. Si chiama Ghali, Ghali Amdouni, millenial milanese di Baggio, genitori tunisini e primo album appena uscito che si chiama Album. Sta facendo il pieno di view online, è primo su iTunes, lo cantano i pischelli e fa merchandise con delle magliette bianche con su scritto “merchandise”.

VOCE BUFFA E FLUSSO MAGNETICO. Grazie a lui, e a Danti (collaboratore di Rovazzi) che una sera me lo ha spiegato, ho capito cos’è la trap. Da quella sera ho scoperto anche il concetto di “flow”, il flusso. Di parole, di rime, di cose, di musica. Ghali ha un flusso magnetico. «Il suo non è rap è raptus», «figlio di una bidella», «anche quest’anno vota boh», ha una voce buffa, parla un po’ milanese con la "e" super aperta, un po’ francese maghrebino, un po’ arabeggiante, cita Michael Jackson, chi ne capisce lo associa a Stromae, canta il menù maxi di McDonald, i pregiudizi, mangia pizza kebab, parla di Isis, anche di islam ma di sponda, è buffo, non cattivo e in una canzone ripete «no non fare lacrimucce, no non fare lacrimucce».

Ha un linguaggio nuovissimo, l’Italia ha bisogno di flow. È il mio personalissimo Macron perché l’effetto che produce ascoltandolo è inclusivo. Al tema accoglienza declinato da pancia a pancia nei comizi a suon di “Basta invasione”, “No ius soli” e “Aiutiamoli a casa loro” suggerisco invece un po’ di musica. Ascoltare questo “trap”, che non c’entra niente con Trapattoni (anche se due strofette con lo storico «Strunz!» io le farei) rimette in pari. Intanto con quello che ascoltano i ventenni oggi che magari a qualche cosa è utile e poi con la realtà. E con le cose raccontate in questo flow di musica e parole da questo ragazzo che reppa a casa nostra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *